Casa rustrial: ecco la nuova tendenza in fatto di arredo

La casa del 2019 è in stile rustrial

Il termine rustrial è un neologismo derivante dall’unione di due parole già esistenti: rustico e industriale.

La nuova tendenza rustrial indica, dunque, uno stile che si propone di mixare due stili già esistenti, il rustico e l’industriale, per dare vita ad un stile nuovo ed originale.

Ad individuare la tendenza, in particolare, è stata Houzz, la piattaforma online leader mondiale nell’arredamento, progettazione e ristrutturazione d’interni e di esterni. Ogni anno Houzz inizia a prevedere quelli che saranno i principali trend che caratterizzeranno le case. Con una community di oltre 40 milioni di utenti mensili e 2,1 milioni di professionisti nel campo della ristrutturazione e della progettazione residenziale, Houzz ha tutte le carte in regola per individuare in anticipo le tendenze in fatto di arredo.

L’arredo bagno del 2019: design e nuove tendenze

Casa rustrial: ecco la nuova tendenza in fatto di arredo

www.unsplash.com

 

Che cos’è il rustrial?

Come preannunciato poco sopra, il rustrial è uno stile che si propone di fondere due stili già esistenti prendendo gli elementi positivi di entrambi per cercare di correggere i difetti dell’uno e dell’altro.

Questo tentativo dovrebbe dare vita ad una casa arredata con uno stile alla moda e originale, innovativo rispetto alle scelte degli ultimi anni.

Come realizzare una casa rustrial?

Dare vita ad una casa in stile rustrial è molto semplice. Occorre ispirarsi allo stile industrial, tanto in voga sia negli edifici residenziali che negli edifici commerciali, scegliendo però i materiali caldi dello stile rustico del passato.

Le case degli italiani, fin dal passato, sono sempre state caratterizzate dall’utilizzo del legno come materiale predominante.

Lo stile rustico, in gran parte delle regioni italiane, è tuttora predominante.

Casa rustrial: ecco la nuova tendenza in fatto di arredo

www.unsplash.com

Per arredare una casa con il legno e alla moda l’ideale è ispirarsi al gusto industriale, sostituendo, l’impiego quasi esclusivo del metallo, con l’impiego di più materiali, mixati con gusto.

In particolare, il metallo e il cemento, tipici dello stile industriale, evocano un atmosfera da loft. Il legno, combinato con metallo e cemento, scalderà l’ambiente creando un bilanciamento estremamente efficace.

La veranda in legno è il nostro piccolo angolo di paradiso

Qual è l’effetto di una casa in stile rustrial?

Quello di un loft newyorkese, ma con il calore di una tipica casa italiana.

Per favorire quest’atmosfera è ideale creare angoli di verde nelle stanze principali e creare librerie e scaffali in legno, sospesi magari sopra mobili rivestiti in tessuti di lino.

Queste piccole librerie arrederanno l’ambiente dando un tocco di eleganza alla stanza e scaldando le pareti vuote oppure trasformandosi in pratiche spalliere o testate.

Casa rustrial: ecco la nuova tendenza in fatto di arredo

www.unsplash.com

Un’idea per una casa rustrial e intelligente?

Anche il nuovo trend rustrial puo’ essere pensato in chiave smart per realizzare progetti intelligenti.

Se, ad esempio, avete poco spazio o soffitti non sufficientemente alti per costruire un soppalco potrete progettare pedane e contenitori in legno che si sposano perfettamente con questo stile.

Trasformerete così un semplice letto in un pratico letto contenitore oppure potrete ricavare dei comodi contenitori per i giocattoli dei vostri bambini.

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

– Lo stile industriale è nato in America a metà degli anni ’50, quando ex-magazzini, vecchi depositi e fabbriche in disuso sono stati riutilizzati per fare dei bellissimi appartamenti. Sono nati così i loft.

– La tonalità di colore del legno dipende oltre che dalle caratteristiche intrinseche della specie anche alla zona di crescita della pianta: nelle zone temperate troviamo specie legnose di tonalità chiare o bianche, nelle zone equatoriali, invece, abbiamo legni di tonalità più scure, a volte nere.

TI E’ PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER.

Claudia Sgalambro