Perché le case in montagna sono fatte di legno?

Condividi L'articolo su

Le case in legno caratteristiche della montagna

Perché le case in montagna sono fatte di legno? Le abitazioni di montagna sono costruite da sempre con materiali presenti nell’ambiente circostante. Quindi, principalmente in legno, pietra o entrambi, combinati tra loro attraverso sistemi costruttivi a secco, o sistemi misti che utilizzano solo poche quantità di cemento. Questi materiali sono facili da reperire. Al tempo stesso sono resistenti e facilmente lavorabili. Inoltre, sono utilizzati anche per costruire il mobilio, gli strumenti di lavoro e molti oggetti decorativi e complementi d’arredo. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

La casa in legno – la tipologia abitativa più versatile al mondo

Le case in legno garantiscono un ottimo isolamento termico, e questo è fondamentale nelle condizioni atmosferiche che si trovano in altitudine nei mesi invernali. La casa in legno, oltre che al freddo, resiste all’umidità e l’ambiente interno è perfettamente sano, in quanto non si creano condense e muffe.

Oggi, le moderne costruzioni in legno sono diffuse, con molteplici caratteristiche, ad ogni latitudine. Ma la loro origine è dovuta alle foreste di abete e larice caratteristiche della montagna, i due legnami più utilizzati in bioedilizia. Infatti, la loro diffusione è avvenuta in questo ambiente ideale, dove, da sempre, le case sono di legno, data appunto, l’abbondanza di questo materiale.

Case legno in montagna

Perché le case in montagna sono fatte di legno? – Unsplash Alisha Hieb

Case in legno in montagna – una scelta ecologica

Costruire case in legno in montagna è la scelta più ecologica che si possa fare. Le case in bioedilizia, si sa, sono per natura ecologiche. Ciò perché per la loro costruzione sono utilizzati materiali che non danneggiano l’ambiente né in fase di produzione, né in quella di lavorazione, né per lo smaltimento.

Gli edifici in bioedilizia garantiscono un’altissima efficienza energetica e combattono consumi eccessivi e sprechi. Il risparmio, energetico ed economico, è assicurato.

Il legno è il materiale perfetto per costruire le case di montagna perché possiede caratteristiche naturali che lo rendono particolarmente adatto al clima ed all’ambiente montano.

Le caratteristiche sostenibili delle case in legno in montagna

Costruire un edificio in legno significa ottenere una casa ecosostenibile e salubre: il legno garantisce, infatti, assenza di umidità, riduzione di polveri e protezione dall’elettrosmog.

Inoltre, questo materiale rappresenta un vantaggio economico relativo alla climatizzazione della casa poiché il suo alto valore isolante permette di mantenere la casa calda in inverno e fresca d’estate e di ridurre le spese di riscaldamento fino all’80%. Il legno, infatti, regola la quantità di umidità assorbendola e rilasciandola solo quando serve.

Le strutture di legno, essendo più leggere, hanno ottime prestazioni di inerzia sismica e eccellenti proprietà di assorbimento acustico. Infatti, le buone proprietà di questo materiale lo rendono ideale per essere impiegato nella realizzazione di auditorium, sale da concerti, mense scolastiche, chiese e ambienti caratterizzati da forte affollamento.

In più alla rapidità di montaggio e ai costi certi e contenuti si accompagna un’assoluta libertà progettuale che consente una totale personalizzazione. Infatti, le case di montagna non sono standardizzate e ogni committente può trasformare il suo ideale di casa in realtà.

Qual è la differenza tra baita e chalet?

Case in bioedilizia in montagna

Usare il legno in montagna è un ritorno alle origini, perché lo chalet e le baite hanno da visto l’impiego di questo materiale per la loro costruzione. Ma quello che si può ottenere applicando la bioedilizia a questi edifici è qualcosa di completamente nuovo.

Ciò grazie a una simbiosi tra tradizione ed evoluzione, in cui la natura della materia prima abbraccia tecniche e impianti innovativi. Gli chalet di montagna sono rinnovati in chiave ecologica e smart. Invece, le case in legno ad altissima efficienza energetica, sono integrate con sistemi di domotica, pannelli solari, fotovoltaici e ogni impianto in grado di potenziarne il confort abitativo.

Una casa in legno rappresenta la soluzione ideale per costruire in modo ecologico e sostenibile. Inoltre, il legno ha un fascino indiscutibile ed in montagna assume un ruolo ancora più importante, perché racconta la storia dell’architettura locale tradizionale.

Gli chalet in legno sono accoglienti e trasmettono un’immediata sensazione di calore e di confort. Oggi sono anche edifici di grande design, specialmente se hanno finestre panoramiche. Non a caso il vetro è un grande alleato del legno ed è in grado di abbattere molti dei consumi di riscaldamento. Infatti, vetrate ampie fanno entrare la luce e permettono di godere del paesaggio circostante.

Quanto tempo serve per realizzare una casa in bioedilizia?

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Il legno è materiale da costruzione che si ricava dal tronco degli alberi. In termini tecnici, è l’elemento costitutivo di una pianta ed è formato da fibre di cellulosa legate da una matrice di lignina. In bioedilizia il legno utilizzato deriva solo da foreste certificate PEFC e questo garantisce la sua massima sostenibilità ambientale. L’utilizzo del legno permette di non introdurre anidride carbonica nell’atmosfera, in più, a fine vita può essere riciclato completamente.
  • Il legno è classificato tra le risorse naturali rinnovabili e può essere utilizzato sia come combustibile per generare calore, grazie alla legna ottenuta prevalentemente dalle radici e dai rami degli alberi, sia come materiale di costruzione o di lavorazione dei prodotti, grazie al legname, ottenuto prevalentemente dal fusto degli alberi. Inoltre, è impiegato anche per la produzione della carta, tramite la polpa di cellulosa.
  • Oggi, con la bioedilizia si possono costruire edifici in legno di ogni tipo, dai grattacieli delle megalopoli alle case prefabbricate monofamiliari, per non parlare di uffici, scuole, centri direzionali e strutture ricettive.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Condividi L'articolo su
Scritto da

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.