Vai al contenuto
Effetto Dunning-Kruger

Effetto Dunning-Kruger: chiusura al feedback costruttivo

Condividi L'articolo su

L’Effetto Dunning-Kruger riguarda le persone incompetenti, ma non solo. Si tratta di un fenomeno che può coinvolgere chiunque in qualsiasi campo. La consapevolezza di questo bias cognitivo può aiutare le persone ad essere più oggettive nell’autovalutazione delle proprie competenze e ad essere più aperte al feedback costruttivo.

Cos’è l’Effetto Dunning-Kruger?

L’Effetto Dunning-Kruger è un bias cognitivo che si manifesta quando individui con scarsa abilità o conoscenza in un determinato campo tendono a sopravvalutare in modo significativo le proprie conoscenze. In altre parole, le persone meno competenti spesso credono di essere notevolmente più competenti di quanto siano in realtà.

Da Wikipedia: L’effetto Dunning-Kruger (EDK) è una distorsione cognitiva nella quale individui poco esperti e poco competenti in un campo tendono a sovrastimare la propria preparazione giudicandola, a torto, superiore alla media.

Da dove ha origine il nome?

L’Effetto Dunning-Kruger prende il nome dai due psicologi sociali che lo hanno identificato e studiato per la prima volta, David Dunning e Justin Kruger. Nel 1999, pubblicarono uno studio intitolato “Unskilled and Unaware of It: How Difficulties in Recognizing One’s Own Incompetence Lead to Inflated Self-Assessments” (Inesperti e inconsapevoli: come le difficoltà nel riconoscere la propria incompetenza portano a valutazioni di sé inflazionate).

I risultati dello studio di Dunning e Kruger

Nel loro studio, Dunning e Kruger hanno dimostrato che le persone con basse competenze in un dato settore tendono a sopravvalutare le proprie abilità in modo significativo. Hanno anche evidenziato che le persone altamente competenti possono sottovalutare le proprie abilità perché presumono erroneamente che gli altri abbiano le stesse conoscenze e competenze.

Il termine “Effetto Dunning-Kruger” è stato coniato per descrivere questo fenomeno in cui la mancanza di competenza in un campo porta a una valutazione distorta delle proprie abilità. Il loro lavoro è stato cruciale per la comprensione dei bias cognitivi e dell’autopercezione umana, ed è diventato un concetto ampiamente riconosciuto nella psicologia e nelle scienze sociali.

Effetto Dunning-Kruger
Canva

Da cosa scaturisce l’Effetto Dunning-Kruger?

L’Effetto Dunning-Kruger si verifica a causa di una combinazione di fattori psicologici che influenzano la percezione delle competenze personali. Ecco alcune delle ragioni principali per cui questo fenomeno si verifica.

  • Mancanza di consapevolezza metacognitiva. Le persone tendono a valutare le proprie abilità in modo soggettivo, ma spesso non hanno una consapevolezza accurata delle proprie competenze. Questa mancanza di consapevolezza metacognitiva impedisce loro di riconoscere le proprie limitazioni.
  • Inesperienza. Le persone con poca esperienza in un campo potrebbero non avere la conoscenza necessaria per valutare appieno l’incompetenza. Di conseguenza, possono sopravvalutare le proprie abilità perché non sanno cosa non sanno.
  • Autoinganno. Alcune persone tendono a proteggere la propria autostima e l’immagine di sé, quindi possono convincersi che sono molto più competenti di quanto siano in realtà. Questo autoinganno può servire come meccanismo di difesa per evitare sentimenti di insicurezza.
  • Bias dell’illusione di superiorità. Le ricerche suggeriscono che molti individui hanno una tendenza innata a valutarsi superiori alla media in diverse sfere della vita. Questo bias dell’illusione di superiorità può contribuire all’Effetto Dunning-Kruger.
  • Mancanza di feedback o confronto con esperti. Le persone che mancano di competenza spesso non ricevono un feedback accurato o non sono esposte a confronti diretti con esperti nel campo. Questo può alimentare l’illusione di competenza.

Come si comportano gli individui che sperimentano l’Effetto Dunning-Kruger?

  • Sopravvalutazione delle abilità. Tendono a sopravvalutare le proprie competenze e a credere erroneamente di essere molto migliori di quanto siano in realtà. Ciò può portarli a prendere decisioni errate o a fare scelte inadeguate in base a questa falsa percezione di competenza.
  • Resistenza alle critiche. Sono spesso più inclini a respingere o a ignorare le critiche o il feedback negativo. Questo perché credono fermamente nella loro eccellenza e attribuiscono eventuali errori o insuccessi a fattori esterni o a colpe altrui.
  • Rischio di compiere errori. Poiché non riconoscono le loro limitazioni, possono prendere rischi e intraprendere azioni che sono al di là delle loro reali capacità. Questo può portare a errori costosi o a insuccessi.

Come si manifesta nelle diverse situazioni?


Competenze tecniche

L’Effetto Dunning-Kruger si rivela spesso quando individui con poca esperienza in un determinato campo si convincono di essere esperti. Ad esempio, un principiante in un nuovo strumento potrebbe essere convinto di padroneggiarlo perfettamente.

Valutazione delle prestazioni

Le persone colpite dall’Effetto Dunning-Kruger tendono a sovrastimare la qualità del loro lavoro o delle loro prestazioni, spesso ignorando errori evidenti o mancanze.

Mancanza di autocritica

Uno dei tratti distintivi è la resistenza alle critiche costruttive. Le persone influenzate da questo effetto possono reagire negativamente alle osservazioni degli altri, ritenendole ingiuste o immotivate.

Effetto Dunning-Kruger: un esempio

Immagina due colleghi che lavorano nello stesso ufficio. Entrambi sono stati assegnati ad un progetto che richiede competenze tecniche specifiche. Il primo ha anni di esperienza in questo campo, mentre il secondo è relativamente nuovo.

Nel corso del progetto, il più esperiente è consapevole delle sue competenze e sa quando chiedere aiuto o fare ricerche approfondite per risolvere i problemi. Il collega appena arrivato è convinto che le sue abilità siano già al massimo livello. Non chiede mai consigli e spesso prende decisioni errate che rallentano il progresso del progetto.

In questo caso, il lavoratore più preparato ha una comprensione realistica delle sue abilità e sa che c’è sempre qualcosa di nuovo da imparare. Il secondo soffre dell’Effetto Dunning-Kruger poiché sopravvaluta le proprie capacità, ignorando le lacune nella sua conoscenza. Questa differenza di percezione delle proprie competenze può avere un impatto significativo sul successo del loro progetto.

Effetto Dunning-Kruger
Canva

In sintesi, quindi, l’Effetto Dunning-Kruger è un fenomeno psicologico che merita attenzione. Esaminando le cause, i meccanismi e le implicazioni di questo bias cognitivo, è possibile diventare più coscienti delle proprie competenze e di quelle degli altri. Questa consapevolezza può promuovere una migliore comunicazione, facilitare l’apprendimento e migliorare la valutazione delle prestazioni in vari aspetti della vita.

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News