Vai al contenuto
Festa Nazionale del Gatto

Perché il 17 febbraio è la Festa la Nazionale del Gatto: verso un futuro sempre più pet friendly

Condividi L'articolo su

La Festa Nazionale del Gatto, che cade il 17 febbraio, è un’appuntamento imperdibile per chiunque voglia celebrare l’importanza di questi animali nella nostra vita. Nata in Italia nel 1990, questa giornata non è soltanto un omaggio ai nostri amici felini ma anche un’occasione di sensibilizzazione sull’adozione e il benessere dei gatti.

La Festa Nazionale del Gatto: origine e significato

L’origine di questa festività è legata a una proposta della giornalista elurofila Claudia Angeletti, che indisse un referendum tra i lettori della rivista “Tuttogatto” per scegliere una data dedicata ai gatti. La data del 17 febbraio fu scelta grazie alla proposta di Oriella Del Col, che offrì una motivazione ricca di significati:

  • Febbraio, essendo il mese dell’Acquario, simboleggia gli spiriti liberi e anticonformisti, qualità che rispecchiano l’indole indipendente dei gatti.
  • Tradizionalmente, febbraio era considerato “il mese dei gatti e delle streghe”, unendo così l’immagine dei gatti a quella della magia.
  • Il numero 17 ha una forte connotazione nella cultura italiana, spesso associato alla sfortuna, proprio come il gatto nero in passato. Tuttavia, l’anagramma del numero romano XVII, che si trasforma in “VIXI” (“sono vissuto” e quindi “sono morto”), non si applica ai gatti che, secondo la leggenda, possono vantare ben altre sei vite.
  • Da qui, il 17 simboleggia “1 vita per 7 volte”, celebrando la resilienza e la misteriosa natura dei gatti.

In tutta Italia, il 17 febbraio viene festeggiato con iniziative di vario tipo, dalle mostre artistiche ad attività di solidarietà, tutte volte a promuovere il benessere e l’adozione dei gatti.

Foto di gatto per Festa Nazionale del Gatto 17 febbraio

La festa del gatto nel mondo

La celebrazione della Festa del Gatto varia notevolmente da un paese all’altro, riflettendo le diverse culture e le tradizioni locali che circondano questi animali. Ad esempio, in Polonia e in Italia si festeggia lo stesso giorno, il 17 febbraio, mentre altri paesi hanno scelto date differenti per onorare questi straordinari compagni di vita. Gli Stati Uniti celebrano il 29 ottobre, il Giappone il 22 febbraio, e la Russia il 1° marzo, dimostrando così l’universalità dell’affetto e del rispetto che i gatti ispirano in tutto il mondo.

Questa giornata di sensibilizzazione sull’adozione dei gatti ricorda l’importanza di prendersi cura dei nostri amici a quattro zampe, promuovendo al contempo una maggiore consapevolezza sulla loro presenza nella società e sulle responsabilità che comporta averli come parte della nostra famiglia. Celebrare la Festa Nazionale del Gatto significa quindi riconoscere il ruolo unico che questi animali hanno nelle nostre vite, offrendo loro amore, protezione e un posto speciale nelle nostre case.

Quanti abitanti italiani hanno un gatto in casa?

In Italia, il numero di gatti domestici ammonta a ben 10.228.000, secondo un censimento effettuato dalla FEDIAF, la Federazione europea dei produttori di cibo per gli animali domestici. Questa cifra imponente non solo testimonia l’amore e la passione degli italiani per questi esseri affascinanti, ma riflette anche l’importanza del gatto nel contesto domestico del paese.

Il gatto, con la sua natura intelligente ma non necessariamente ubbidiente, autonomo eppure sempre in cerca di affetto e cure, si rivela un compagno di vita eccezionale. La sua capacità di essere giocherellone, unita alla sua indipendenza e alla capacità di stare da solo, lo rende un animale domestico particolarmente adatto alle varie esigenze delle famiglie italiane.

Questo dato sottolinea non solo la predilezione nazionale per i felini, ma anche la crescente consapevolezza riguardo al benessere animale e all’importanza di offrire a questi compagni a quattro zampe un ambiente amorevole e curato. Il gatto, con le sue molteplici sfaccettature, si adatta perfettamente alle dinamiche di vita contemporanee, offrendo compagnia, conforto e, non di rado, divertimento ai suoi umani.

Festa Nazionale del Gatto casa

Verso un futuro sempre più pet friendly

La tendenza verso un futuro sempre più pet friendly è un fenomeno in crescita, spinto da una serie di fattori sociali, culturali ed economici. Questa evoluzione riflette un cambiamento profondo nel modo in cui le persone percepiscono e interagiscono con gli animali domestici, considerandoli sempre più come membri effettivi della famiglia piuttosto che semplici compagni.

Cambiamenti sociali e culturali: il ruolo degli animali domestici nelle nostre abitazioni

Il concetto di famiglia si è evoluto negli anni, e con esso, anche il ruolo degli animali domestici all’interno del nucleo familiare. La crescente urbanizzazione e il cambiamento dei modelli di vita hanno portato molti a cercare compagnia e conforto negli animali domestici.

Gatti, cani e altri piccoli animali offrono un supporto emotivo significativo, contribuendo al benessere psicologico dei loro umani. La ricerca ha dimostrato che la convivenza con animali domestici può ridurre lo stress, l’ansia e la solitudine, promuovendo un senso di appartenenza e migliorando la qualità della vita.

La spinta dell’economia pet friendly

L’economia legata al mondo degli animali domestici è in forte espansione. Servizi come pet sitting, toelettatura, alimenti specializzati, assicurazioni sanitarie per animali e alloggi pet friendly stanno diventando sempre più diffusi e accessibili.

Questa tendenza è supportata anche dalle politiche delle aziende, molte delle quali stanno adottando politiche pet friendly per attrarre e trattenere i talenti, riconoscendo il legame profondo che le persone hanno con i loro animali.

Una maggiore consapevolezza sul benessere animale

Parallelamente, c’è una crescente consapevolezza e sensibilità verso il benessere degli animali. La società sta diventando sempre più consapevole dell’importanza di fornire cure adeguate, amore e rispetto per gli animali domestici.

Campagne di sensibilizzazione, leggi più severe contro il maltrattamento degli animali e un maggiore impegno verso l’adozione responsabile stanno contribuendo a creare un ambiente più sicuro e accogliente per gli animali.

4 Caffè dei Gatti e Cat Café da scoprire in Italia

I cat café, o caffè dei gatti, sono luoghi dove i visitatori possono godersi una bevanda o uno snack in compagnia di gatti. Questi locali sono nati in Asia e si sono rapidamente diffusi in Europa, Italia inclusa. Offrono un rifugio sereno per persone che, pur amando i gatti, non possono averne uno in casa, e allo stesso tempo forniscono un ambiente amorevole per gatti spesso salvati dalla strada o da situazioni di abbandono.

In Italia, questi spazi dedicati offrono un’esperienza unica, combinando la rilassante compagnia dei gatti con l’atmosfera accogliente di un caffè. Ecco alcuni tra i più famosi cat café italiani che ogni amante dei gatti dovrebbe visitare.

Crazy Cat Café, Milano

Milano, città all’avanguardia per eccellenza, ospita il Crazy Cat Café, un must per chi si trova in città. Offrendo un delizioso brunch in compagnia di nove adorabili gatti, questo cat café è il luogo perfetto per chi cerca un momento di relax in compagnia pelosa, a pochi passi dalla stazione Centrale.

CaneinGatto, Martignacco, provincia di Udine

Unendo il meglio di una caffetteria e di una libreria, CaneinGatto offre un’atmosfera casalinga dove è possibile godersi un tè o un caffè in totale relax. Non sorprendetevi se, mentre siete immersi nella lettura, uno dei gatti del locale decide di farvi compagnia accoccolandosi sul vostro grembo.

Romeow Cat Bistrot, Roma

Nel cuore della capitale, nel quartiere Ostiense, si trova il Romeow Cat Bistrot. Il nome giocoso riflette l’atmosfera unica del locale, dove si può godere di ottimo cibo in compagnia di amichevoli gatti. Il personale felino aggiunge un tocco speciale all’esperienza, rendendo ogni visita memorabile.

Gattò Bistrot, Portici, provincia di Napoli

Situato nel cuore di Portici, il Gattò Bistrot è un’accogliente oasi per gli amanti dei felini. Questo locale non è solo famoso per le sue birre artigianali di qualità, ma anche per le coccole feline che i visitatori possono scambiare con i gatti residenti, rendendo ogni sosta un momento indimenticabile.

E anche Firenze non è da meno: leggi questo articolo con video

Questi cat café rappresentano solo una piccola parte dell’offerta italiana per gli amanti dei gatti, dimostrando come il paese sia sempre più orientato verso un futuro pet-friendly. Che siate del team gatto o semplicemente in cerca di un’esperienza diversa, questi locali sapranno offrirvi momenti di pura felicità.

Condividi L'articolo su

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Seguici su

Cerchi ispirazione?

Iscriviti alla nostra newsletter

News