In Europa aumentano i fondi per la sostenibilità

Grazie alle risorse del Recovery fund in Europa aumentano i fondi per la sostenibilità. Infatti, la sfida ambientale si fa sempre più urgente anche per le Regioni italiane. In Italia sono già molti i progetti che hanno preso il via nel periodo di programmazione del bilancio Ue 2014-2020 grazie ai 20 miliardi di euro messi a disposizione dai fondi Ue per la salvaguardia ambientale.

I fondi destinati alla sostenibilità in Italia

In Italia sono molte le Regioni che hanno ricevuto fondi per l’implementazione di progetti green. In Sardegna, ad esempio, il parco solare di Ottana ha ricevuto 2,8 miliardi di risorse europee promuovere la diffusione di energia elettrica e termica da fonti rinnovabili, con l’obiettivo di abbattere i costi di produzione e sperimentare un modello innovativo da esportare nel futuro. Ciò grazie ad un impianto per la produzione di energia solare sperimentale che sorge in provincia di Nuoro. Questo è il primo che integra le tecnologie solari esistenti e due tecnologie innovative di accumulo termico ed elettrochimico, ricevendo una menzione speciale nell’ambito del prestigioso premio della Fondazione Italiadecide. Tuttavia, sono tanti gli investimenti nella crescita sostenibile del nostro Paese, destinati ad aumentare nei prossimi anni. L’Italia si è infatti impegnata a impiegare il 37% delle risorse relative al Recovery fund proprio nella transizione verso un’economia verde a prova di futuro.

In Europa aumentano i fondi per la sostenibilità

In Europa aumentano i fondi per la sostenibilità – shutterstock foto di metamorworks

Gli strumenti della Commissione Europea per una transizione green

Il futuro delle politiche di coesione e più in generale l’intera strategia Ue, sono sempre più concentrate verso uno sviluppo sostenibile. Infatti, la commissione Europea mette a disposizione diversi strumenti per raggiungere una transizione green. Non a caso in questi anni, le amministrazioni locali hanno fatto scelte diverse in merito alla quantità di fondi da allocare.

Transizione ecologica: cos’è e perché è importante per il futuro del pianeta

Gli investimenti delle Regioni Italiane

La provincia autonoma di Bolzano, per esempio, ha investito in maniera ingente, sul tema della crescita sostenibile, ovvero circa 317,1 milioni su 634,9 totali. A seguire la Sicilia, la Campania e la Calabria, con rispettivamente il 47, il 45 e il 38% dei fondi della programmazione. Invece, la Liguria è la Regione che per il momento, ha investito meno in sostenibilità con solo 197,4 milioni. Mentre, le Regioni che hanno investito una quota più consistente, tra il 40 e il 43%, sono il Molise, l’Abruzzo e la Provincia Autonoma di Trento. Infatti, Trento e la Valle d’Aosta allocano la maggiore quota di risorse, oltre il 50%, sul tema della protezione ambientale. Infine, soltanto Sicilia, Puglia, Campania e Basilicata hanno investito nelle reti infrastrutturali.

Le iniziative sostenibili nel mondo: il Ministero della Transizione Ecologica

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Degli oltre 72 miliardi assegnati al nostro Paese nel quadro finanziario pluriennale 2014-2020, ben 4,9 miliardi sono stati andati all’economia a bassa intensità di carbonio per il periodo 2014-20. Una cifra che fa dell’Italia il terzo beneficiario in Ue in questo ambito, dopo Polonia e Spagna.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Share Post
Written by

Fotografa, scrittrice e designer. Laureata in Scienze Politiche Sociali e Internazionali presso l'Alma Mater Studiorum e specializzata in Marketing e Comunicazione nel settore del fashion e del design a L.UN.A - la Libera Università delle Arti. Ha collaborato con la Caucaso Factory all'opera cinematografica "Lucus a Lucendo. A proposito di Levi" e con ONG come Mani Tese e ActionAid a progetti su temi quali l’Innovazione Sociale, l'Inclusione Sociale e la Sostenibilità. Sperimenta non solo strumenti fotografici e videografici, ma anche diverse tecniche di scrittura, dai reportage ai saggi.