Isolamento termico: come eliminare il freddo dal pavimento

L’isolamento termico è il modo principale per eliminare il freddo dal pavimento. I costi per isolare il pavimento vanno dai 18 euro ai 55 euro a mq. Fra i pavimenti, quello in parquet è il meno freddo, data la proprietà isolante insita del materiale stesso. Ad ogni modo, di qualsiasi tipo sia il pavimento di ogni casa, isolarlo dal freddo è sempre molto vantaggioso. L’utilizzo di sughero isolante, tappetini in polietilene o pannelli radianti rappresenta la soluzione più efficace.

Che pavimento scegliere per una casa in montagna?

Il problema del pavimento freddo

Il problema del pavimento freddo ha a che vedere con qualunque tipo di abitazione: dagli appartamenti, alle ville, alle costruzioni industriali. Questo problema, inoltre, non si ferma al pavimento: gambe, successiva stanchezza, e mancanza di calore in tutta la casa, infatti, sono fra le conseguenze a lungo termine che ne derivano. Come fare ad eliminare il problema del pavimento freddo? Fra le soluzioni che di solito si adottano, vi è l’utilizzo di tappeti. Questo tipo di soluzione, seppur economica, non è risolutiva. Il problema, infatti, dopo qualche tempo tornerà a presentarsi. Per evitare, quindi, la costante presenza di questo problema sarà necessario agire con soluzioni più opportune e durature nel tempo. Garantire al pavimento un isolamento termico rappresenta la scelta certamente più funzionale e conveniente. Come isolare il pavimento dal freddo? Ci sono varie opzioni da poter adottare:

  • installazione di pannelli radianti
  • utilizzo di tappetini in polietilene espanso
  • pannelli di sughero (utilizzati per coibentare il sistema di pavimentazione)

I pannelli radianti

Per installarli, sarà necessario collocare tanti pannelli radianti quanto è vasta l’area di pavimento da voler riscaldare e collegare successivamente la pedana riscaldante alla corrente elettrica o ad altri sistemi a risparmio energetico.  Si tratta di una serie di tubazioni da installare al di sotto del pavimento. All’interno di questi tubi, poi, scorrerà acqua a bassa temperatura (si parla di 30, 40 gradi) che diffonderà calore in tutto l’ambiente circostante. Il principio del riscaldamento dei pannelli radianti è quello dell’irraggiamento a pavimento. Il sistema dei pannelli radianti garantisce ottimi risultati dal punto di vista energetico: è, infatti, in grado di funzionare con temperature relativamente basse. Dal punto di vista dei consumi, inoltre, l’utilizzo dei pannelli radianti contribuisce a garantire un notevole risparmio energetico: si parla, infatti, di una diminuzione in bolletta pari quasi al 30%. Nel caso, poi, in cui si volesse risparmiare ancora di più. è possibile collegare i pannelli radianti ad altri sistemi sostenibili come i pannelli solari.

Isolamento termico pavimento

Isolamento termico: come eliminare il freddo dal pavimento- Pixabay di Pexels

Tappetini in polietilene espanso

Si tratta di una resina in termoplastica dalle ottime proprietà isolanti (sia termiche, che acustiche). I tappetini hanno uno spessore molto sottile. Lo spessore minore, infatti, parte dai 3 millimetri. Il massimo raggiungibile è di 15 mm. Un tappetino in polietilene è certamente il più facile da installare, nonché il più sottile fra gli altri in commercio.

Installazione di pannelli di sughero

Per l’isolamento termico dei pavimenti, l’installazione di pannelli in sughero si presenta come una fra le scelte più efficaci. Lo strato di sughero viene installato al di sotto del pavimento. Che si tratti di parquet, moquette o ceramica, il sughero non crea alcun tipo di problemi. Il sughero è un materiale vantaggioso da utilizzare perché è dotato di un’ottima resistenza alla compressione. Inoltre, il suo alto livello di porosità gli garantisce ottimi risultati per per quanto riguarda l’isolamento. Se applicato prima della piastrellatura, poi, il sughero garantirà ulteriori benefici: migliorerà la stabilità del terreno ed eviterà che le piastrelle stesse vengano danneggiate. Fra le altre cose, il sughero è un materiale naturale al 100% e , per questo, gode di numerosissime proprietà. Le cellule che lo compongono, ad esempio, vengono definite cellule chiuse. Non sono, cioè, in grado di assorbire acqua. Questa caratteristica rende i pannelli in sughero molto durevoli.

Il riscaldamento domestico più sostenibile: qual è?

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • In tutta Europa esiste un numero elevatissimo di edifici: si parla di più di 210 milioni di edifici, il cui 40% è stato costruito prima degli anni ’60. Ogni anno, la percentuale di edifici rinnovati è pari all’1%. Significa, cioè, che oltre 110 milioni di edifici avrebbero bisogno di un rinnovamento energetico.
  • Agire sull’isolamento termico, insieme con gli altri interventi di bioedilizia, comporterebbe una riduzione dei consumi di energia fossile pari al 95%.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Condividi su