Pillole di storia nel design: La Wiggle side chair di Frank Gehry

Oggi raccontiamo di un’altra icona del design contemporaneo, al contempo sostenibile. Si tratta della particolare Wiggle side chair, disegnata e progettata nel 1972, dal celebre architetto e designer di origini canadesi, Frank O. Gehry, per l’azienda Vitra.

Pillole di Storia nel Design: lo specchio/lampada ‘Ultrafragola’ di Ettore Sottsass

Wiggle side chair: ispirazione, materiali e design

La caratteristica principale di questa sedia è proprio il rivoluzionario utilizzo del cartone pressato per la sua realizzazione. Il “segreto” del cartone ondulato è quello di stratificarlo molte volte ma in direzioni opposte, rendendolo più forte e compatto.

 I materiali che la compongono sono

  • cartone ondulato: per schienale, seduta e scocca.
  • Pannello di fibra dura: per i bordi.
  •  Colorazione naturale.‎

La Wiggle chair è composta da circa 60 fogli di cartone, materiale riciclabile e sostenibile.

Nonostante la sua forma ondulata, a ‘serpente’, che può risultare morbida e delicata, è in realtà una seduta molto robusta, stabile e comoda oltre che durevole nel tempo.

L’ispirazione ce la svela direttamente Gehry: “un giorno ho visto una pila di cartoni ondulati nel mio ufficio, quelli che uso per costruire i modelli architettonici. Ho iniziato a giocarci, incollandoli uno sopra l’altro e poi creando una forma con un coltellino tascabile”.

La serie Easy Edges

La nuova forma estetica della seduta Wiggle rientra in una serie di mobili denominata Easy Edges, “bordi facili” (1969-1972).

Si compone, oltre alla Wiggle chair, di un Wiggle Stool, uno sgabello che richiama la struttura e la forma della sedia. Sempre composto in cartone ondulato, con viti invisibili e bordi in cartone di fibra compressa.

La serie è stata terminata nel 1972 per mano dell’architetto Frank O. Gehry e prodotta dall’azienda Vitra.

Questi pezzi d’arredamento hanno avuto un grande successo, innovativi nella loro semplicità.

Difatti anche se il cartone è un materiale ‘povero’ e tradizionale, risultava difficile da lavorare, ma il genio dell’architetto Gehry ha saputo modellare e strutturare perfettamente questo materiale creando un’estetica affascinante in un design davvero piacevole.

Così facendo è riuscito anche a trovare un’ottima alternativa all’utilizzo della plastica per la creazione di pezzi d’arredamento, del tutto sostenibile.

Pillole di Storia nel Design: le Derive Artistiche di Ron Arad

Pillole di Curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Le misure della Wiggle chair sono: L 35 cm x P 61 cm x H 87 cm / H seduta 43 cm. Mentre per lo sgabello: L 69,5 cm x P 52,5 cm x H 33 cm.
  • Tra i numerosi riconoscimenti ha vinto il Premio Pritzker nel 1989 e nel 1992 il Premio Imperiale e il Premio Wolf per le Arti.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post
Written by

Interior-Garden designer& Web project