Il soppalco, l’arredo di tendenza che ci aiuta a vivere i piccoli spazi della casa

Il soppalco si inserisce in modo sempre più convincente nelle tendenze di arredo e progettazione della casa per recuperare spazio negli ambienti più piccoli e goderli da più prospettive possibili.

E’ il caso ovviamente di ambienti con pochi metri quadri a disposizione e soffitti alti che si prestano a un’ambiente a doppia altezza. Lo spazio nelle nostre case sembra non essere mai abbastanza: l’arredo giusto in questo può fare tanto.

Diventa quindi indispensabile sfruttare ogni centimetro a nostra disposizione per poter disporre gli arredi e creare spazi e volumi vivibili nel nostro piccolo appartamento. Il soppalco riesce infatti a creare una stanza in più, laddove la metratura è carente, e soprattutto ad aumentare la superficie abitabile creando zone ariose e luminose.

Il soppalco nelle case più vetuste e piccole

Una delle difficoltà più ricorrenti riguarda la ristrutturazione di abitazioni più vetuste che però sono molto spesso le uniche che presentano i soffitti molto alti, utili appunto per la costruzione del soppalco. La difficoltà a quel punto è meramente di tipo strutturale, poichè è necessaria una perizia tecnica per comprendere i carichi che è possibile installare a una determinata altezza sulla muratura portante. Altresì è possibile creare un soppalco autoportante, in modo da non necessitare l’ancoraggio strutturale nelle pareti perimetrali.

D’altro canto è interessante immaginare un soppalco da dedicare a funzioni meno banali della classica zona notte: avere un’area di design dove poter dare libero sfogo alla fantasia e trovare una soluzione funzionale da dedicare a questo spazio.

Più nello specifico il soppalco nasce per esigenze di spazi davvero molto piccoli, come nei monolocali, per destinare semplicemente quello spazio al letto, che altrimenti non avrebbe la metratura per poter essere presente.

Come possiamo sfruttare al meglio il soppalco?

Ovviamente il soppalco non sempre può essere immaginato come una stanza, sia per le dimensioni che presenta che per le possibili difficoltà di illuminazione naturale o artificiale. Per queste ragioni è importante che sia valutato attentamente e caso per caso lo studio della disposizione dell’arredo e del posizionamento del soppalco stesso.

I possibili svantaggi sono dati per lo più dalla scarsa illuminazione e dalla difficoltà di aerazione, ma in modo creativo e di design intelligente questi sono limiti superabili in modo semplice.

Il soppalco, grande o piccolo che sia, è a tutti gli effetti uno spazio abitativo e dunque è necessario che sia delimitato da punti luce o, laddove possibile, bisognerà crearne altri nuovi.

E’ possibile quindi dedicare a questo nuovo livello abitativo diverse funzioni in base alle esigenze e ai vincoli che presenta la casa stessa. Il soppalco può essere adibito a letto matrimoniale così da avere una maggiore intimità: oltre alla privacy garantita, dal punto di vista termico dobbiamo ricordare che l’aria calda tende a salire, dunque questo comporterebbe un maggior comfort nei mesi invernali. Per le stagioni più calde chiaramente andrà posizionato un lucernario con apertura, così da poter generare un adeguato riciclo d’aria. L’aspetto più romantico è potersi addormentare guardando le stelle dal proprio letto.

Si può inoltre immaginare di sfruttare questo nuovo livello anche nella zona di ingresso, così da dedicare il soppalco a zona da pranzo o angolo cucina. I vantaggi potrebbero risiedere nel fatto che un soffitto ribassato all’ingresso genera alla vista un senso di maggiore accoglienza e procedendo nell’appartamento si avrà una maggiore visibilità e un senso di apertura.

In ultimo il soppalco ci può venire in contro se abbiamo bisogno di un luogo un po’ più isolato per il lavoro e lo studio: un’intimità che necessita di concentrazione e silenzio in una stanza particolare.

Sfoglia la gallery con alcune idee per costruire e arredare il tuo soppalco.

 

Serena Giuditta