Casa 2018: i bonus fiscali che l'abitante italiano deve sapere

È un buon anno quello del 2018 per l’abitante italiano: il Governo con la Legge di Bilancio 2018 conferma e proroga una serie di bonus fiscali per la casa e, più in generale, dell’abitare.
Troviamo, infatti, tra i bonus fiscali, gli incentivi e le detrazioni per la casa, la conferma del bonus ristrutturazioni, dell’ecobonus e dei bonus per acquisto di mobili ed elettrodomestici. Inoltre, scende la detrazione per l’acquisto di finestre e caldaie.

Vediamo insieme quali sono le novità del bonus casa 2018 di cui noi abitanti possiamo usufruire:

agevolazioni fiscali casa 2018

  • Bonus casa 2018 ristrutturazioni: detrazione del 50% per una massimo di spesa pari a 96.000 euro, da suddividere in 10 quote annuali di pari importo estesa anche ad altri tipi di intervento. Tale bonus, infatti, dovrebbe cambiare forma e sostanza con il nuovo bonus verde 2018, con detrazione al 36% per la riqualificazione urbana con interventi agevolabili per i privati e condomini per terrazzi, balconi e giardini e per chi finanzia lavori per il verde pubblico.
  • Ecobonus 2018: detrazione al 65% per tutti coloro che effettuano interventi di risparmio energetico, per un massimo di spesa pari a 100 mila euro da suddividere sempre in 10 anni. L’Ecobonus con la nuova legge di bilancio 2018, è esteso all’edilizia popolare, ossia, alle case popolari. Un’altra novità è che dal 2018, la detrazione caldaie cambia.
  • Bonus caldaie 2018: dal 1° gennaio 2018, entra in vigore il nuovo bonus caldaia a condesazione 2018.
  • Bonus mobili 2018: agevolazione fiscale che prevede una detrazione pari al 50% per le spese sostenute per l’acquisto di mobili e di elettrodomestici, è stata riconfermata per il 2018.
  • Sismabonus 2018: detrazione fino all’85% per chi effettua interventi su tutto l’edifico di risparmio energetico o di adeguamento sismico con il cd. sismabonus. Per il sismabonus, si parla anche di una possibile estesione dell’agevolazione ai capannoni e alle imprese. Novità 2018, approvata nella Legge di Bilancio 2018, è il bonus unico condomini.
  • Bonus unico condomini 2018: solo per i lavori di riqualificazione energetica condominiali, sismabonus + ecobonus, con detrazione spese all’80% o 85%, a seconda del grado di riduzione del rischio raggiunto con gli interventi stessi.
  • Bonus verde 2018: interventi di sistemazione e recupero del verde di giardini, terrazzi, balconi anche condominiali e di interesse storico.

Ma ricordiamoci che quando parliamo di casa, in Italia, in oltre due terzi dei casi parliamo di condomini. Ed è per questo che quando parliamo di bonus casa dobbiamo pensare anche al bonus condomini.
bonus conodmini 2018
Bonus condomini 2018 novità: il bonus IRPEF prevede ora che lo Stato rimborsi la detrazione del 65% della spesa a rate, in 10 anni.
L’ipotesi al vaglio del governo come confermato dal ministro Delrio è quello di prevedere delle detrazioni diverse dal 65% attualmente spettante. Tali nuove detrazioni fiscali, saranno modulate a seconda dei risultati raggiunti con gli interventi di risparmio energetico.
Il Governo inoltre proporrà di estendere il bonus anche ai lavori su giardini condominiali e balconi per il rifacimento delle facciate e per gli interventi atti alla rimozione dell’amianto dai tetti, un’operazione questa molto dispendiosa.
Inoltre il governo cercherà di unificare l’Ecobonus al sismabonus al fine di avere un unico cantiere per i condomini.
Per maggiori informazioni, leggi: bonus condomini.
Bonus casa: nuovo bonus verde 2018
ecobonus fiscali casa 2018
Un’altra novità che il Governo Gentiloni ha inserito nella nuova nuova legge di Stabilità 2018 è il bonus verde 2018 per giardini, terrazzi e giardini. Il bonus verde mira alla riqualificazione urbana del verde e del recupero dei giardini di interesse storico. Con il nuovo bonus verde 2018, la detrazione spettante è pari al 36% e spetta per le spese pagate dai privati e condomini per sistemare i giardin anche condominiali per favorire il rifacimento delle facciate dei palazzi, all’ecobonus e sismabonus estesi all’edilizia popolare.
 

Bonus casa 2018: Ecobonus, sismabonus e ristrutturazione

bonus fiscali casa 2018
Partiamo ora delle novità Ecobonus 2018, non solo questo bonus per il risparmio energetico sarà rinnovato dalla nuova Legge di Stabilità ma sarà anche ampliato e diversificato nelle percentuali di detrazione.
Per cui se la prima buona notizia è la conferma ufficiale della proroga ecobonus 2018 per l’efficientamento energetico, la seconda è che sarà esteso anche ad altri tipi di lavori: caponnoni ed imprese, e la terza è che non ci sarà solo la detrazione al 65%.

  • Bonus ristrutturazione 2018 con detrazioni fiscali del 50% per i lavori edili semplici;
  • Bonus mobili ed elettrodomestici: con detrazione 50% per un massimo di 10.000 euro è stato prorogato;
  • Sismabonus: con detrazione fiscali dal 70 all’80% per le case, e dal 75 all’85% per i condomini. In base alle ultime novità, è stato approvato un emendamento alla Camera che prevede l’istituzione del cd. bonus unico condomini 2018che unisce, solo per i lavori di riqualificazione condominiali, il sismabonus con l’ecobonus, con una detrazione all’80% o 85%, a seconda del grado di riduzione del rischio raggiunto con gli interventi.
  • Ecobonus al 65%: in base alle ultime novità ecco le detrazioni che spettano per chi sostituisce la caldaia:
    • detrazione 65%: se si installa una caldaia a condensazione di classe A e con contestuale istallazione di sistemi di termoregolazione evoluti;
    • detrazione 50% se si istalla una caldaia a condensazione di classe A;
    • detrazione 0%: se si istalla una caldaia di classe B

Fonte: www.guidafisco.it
Redazione