Monowi, il paese con un solo abitante donna

Monowi, il primo paese abitato da una sola donna

È un sogno comune a tanti, quello di poter svegliarsi in un posto lontano da tutto e tutti. Quante volte abbiamo chiuso gli occhi e desiderato di andare a vivere in un paese tutto nostro, in totale solitudine? Ma quanti di noi avrebbero il coraggio di farlo realmente?  Eppure c’è una donna coraggiosa, in un paesino negli Stati Uniti, che lo ha fatto per davvero.

Si chiama Elsie Eiler, ha ottantaquattro anni ed è l’unica abitante di Monowi, in Nebraska. Elsie si è autoproclamata sindaco del villaggio e, come tale, si è auto-concessa la licenza per vendere alcolici ai turisti che arrivano ogni tanto per godersi l’aria del paesino incontaminato. Nelle vesti di sindaco di Monowi, si è anche autotassata per mantenere attivi i servizi comunali, i quattro semafori della città e le luci della strada.

sindaco di Monowi

countryliving.com

La storia di Monowi

Questo paesino contava 150 abitanti, impegnati per lo più in attività agricole. È dagli anni ’60 che in Monowi inizia a spopolarsi: gli abitanti decidono di spostarsi a poco a poco in località più grandi e fornite, con maggiori possibilità di lavoro e di vita. Fino a quando Elie rimane da sola.

Monowi è indubbiamente un paesino che non ha molto da offrire, ma oggi “vanta” la particolarità di essere abitato solo da Elisie. Una chiesa abbandonata, alcune case in sfacelo, ed ettari e ettari di pianure coltivate tutt’attorno. Un’abitante in totale solitudine in una località fantasma, che la signora 84enne gestisce in totale democrazia. Elsa continua a dedicarsi alle attività di gestione del paese e ha richiesto la licenza di vendere alcolici e tabacco alla taverna (che gestisce).

countryliving.com

La biblioteca di Monowi: 5000 libri

Un’altra particolarità di Monowi è che questo paesino possiede una biblioteca con oltre 5000 volumi. Anche questa struttura, ovviamente, viene gestita da Elsie, così come la taverna, che è frequentata da molte persone dei dintorni che lavorano nel settore agricolo. Almeno 20 o 30 clienti abituali ruotano attorno al villaggio, che, tutto sommato, mantiene così una prospettiva vissuta. Ora che Monowi è famoso, anche diversi curiosi passano a bere un caffè al bar di Elsa.

 

Sonia Carrera

Share Post