Interior Design: l’arredamento vintage

Nell’arredare casa, è bello combinare mobili e complementi di stile diverso. Gli accostamenti più insoliti sono anche quelli più originali e regalano un tocco particolare all’ambiente. L’interesse verso l’arredamento vintage è cresciuto negli anni. La moda del passato porta con sé grande fascino. Ogni tendenza, seppur rivisitata, può riprendere vita e tornare nelle nostre case.

Mobili e complementi d’arredo di un’epoca diversa rispetto alla nostra, suscitano grande interesse grazie ai ricordi che portano con sé e per la storia che raccontano. In una casa arredata in stile vintage, l’atmosfera è accogliente, gli ambienti hanno tonalità molto affascinanti e gli elementi presenti possono essere di particolare interesse: libri antichi, tavolini ricavati da un’asse, sgabelli a goccia, tappeti etnici, stampe optical, antiche macchine da scrivere.

Macchina da scrivere vintage

www.pixabay.com

Le tendenze del vintage

Oggi è di gran moda mescolare le linee pulite e minimali dello stile contemporaneo con elementi ripescati dal passato. Un mobile dal design vintage riesce ad integrarsi perfettamente nelle case in stile moderno o industriale. Una gradevole contrapposizione tra antico e moderno dà vita ad un arredamento particolare e di gusto: il vintage arricchisce il moderno e viceversa, generando un’espressione tutta nuova. Non occorrono tanti oggetti vintage per rendere unico un ambiente: qualche complemento in un arredamento uniforme riesce a portare in casa la desiderata atmosfera di un’epoca passata.

Una tendenza è quella di svecchiare, rivisitare, un mobile antico, per conferire ad esso un volto più fresco. Tavoli, sedie, credenze, poltrone, ridipinte di bianco, tortora o delicati colori pastello come l’azzurro, lasciano scorgere i segni del tempo e ci immergono in uno stile shabby.

Antica madia

www.pixabay.com

Il design del vintage

Il design degli oggetti vintage si integra nelle case moderne in modo perfetto. La forma, il materiale e il colore di un mobile antico o di un complemento vintage regalano un’atmosfera retrò di gusto ad una casa.

Amare il vintage non vuol dire decorare l’intera casa in stile retrò, ma personalizzarla inserendo qualche accessorio d’epoca all’interno del contesto. Uno specchio anni Sessanta, un orologio anni Cinquanta, una collezione di ceramiche dipinte a mano, una carta da parati, tende in pizzo, una lampada da terra ad arco anni Settanta, un lampadario in alluminio cromato anni Sessanta, una credenza, una poltrona restaurata: questi gli oggetti vintage che riescono a personalizzare un ambiente, rendendolo unico ed originale.

www.pixabay.com

Per gentile concessione di Gaetano Lucido

Il vintage nei colori e nei materiali

Colori carichi a contrasto come verde avocado, giallo senape, marrone e rosso; bianco e nero; righe colorate o fantasie stilizzate floreali o tondeggianti; forme geometriche ben definite mescolate a colori e a forme più sinuose. Sono motivi e nuances che richiamano gli anni Sessanta e rendono subito vintage una stanza.

Sedie e tavolini in plastica, lampade di design, carta da parati con fantasia astratta e geometrica o floreale, divani larghi, grandi cuscini. Sono forme e materiali dal gusto vintage, tipiche dell’arredamento da interni negli anni Sessanta – Settanta.

Gli appuntamenti più importanti per gli appassionati del mondo vintage

Sono sempre più diffusi i negozi di antiquariato e i mercatini in cui è possibile reperire mobili e oggettistica vintage, in buone condizioni e spesso anche a prezzi contenuti.

In Italia, Mercante in Fiera di Parma, con oltre 1000 espositori, è senz’altro una delle più grandi mostre internazionali di antiquariato e collezionismo.

In Europa, imperdibili la Biennale degli Antiquari di Parigi, il TEFAF – The European Fine Art Fair – di Maastricht, l’Olympia Art & Antiques Fair di Londra, il Russian Antique Salon di Mosca.

Per gli appassionati del mondo vintage, oltre alle grandi fiere, vi sono numerosi appuntamenti legati ai mercatini delle pulci. In Francia, la Branderie di Lille è il più noto, nonché grande, mercato delle pulci europeo. Per i cultori del vintage, Londra ricopre senza dubbio il posto d’onore con i mercatini di Portobello Road Market e Camden Street.

Written by

Designer e Dottoressa in Lingue Moderne per il Web