Coworking e Smart Working: nuove tendenze nel mondo del lavoro

Un testo che illustra le innovazioni in atto riguardo la postazione di lavoro e il modo di intendere il lavoro, anche a distanza.

Oggi, anche a causa dell’emergenza  Coronavirus,  si parla molto di smart working, homeworking e coworking utilizzando i termini in molti modi differenti.

Proprio per questo è il momento giusto di ricordare questo libro, scritto  da Massimo GIanquitto e Mauro Battocchi, che analizza casi reali e concreti di un nuovo modo di intendere il lavoro, flessibile, conciliante con i tempi e con uno sguardo connesso alla cura dello spazio, dell’arredo e delle tendenze utili per aumentare produttività e qualità di vita.

Coworking e Smart Working libroIl percorso proposto attraversa le varie aree del tema: l’architettura, la progettazione, l’analisi dei bisogni ed obiettivi aziendali, la gestione del personale, la sicurezza, la normativa del lavoro.

Non mancano i riferimenti alle recenti teorie di management, agli studi ed agli stili architettonici senza sconfinare in un approccio astratto ma restando ancorati a quanto si può fare qui ed ora.

Sono riportati numerosi casi reali di aziende italiane e straniere che hanno affrontato il cambiamento e sono approdate a forme evolute ed efficienti di organizzazione.

Il testo è corredato da una selezionata serie di progetti sviluppati nell’ambito degli studi dello IED di Milano e dalle sperimentazioni in atto nel Level HUB di Monza e Brianza.

Leggi un estratto del libro

 

Mauro Batocchi, psicologo, dal 1998 dopo gli studi ed una permanenza in UK, quale esperto del Personale, ha operato in diverse aziende come dipendente o consulente con ruolo di HRM in outsourcing. Si occupa di compensation & benefit, welfare aziendale, selezione ed employeer branding, formazione, contratti e licenziamenti, competenze e valutazione, cambiamento, coaching, audit, aumento della produttività e riduzione dei costi. 

Massimo Gianquitto, dopo la laurea in Architettura presso il Politecnico di Milano, ha svolto la propria attività per un gruppo industriale dell’arredamento, acquisendo una competenza specifica nel disegno di prodotto e nella progettazione di spazi di lavoro. Autore di “Abitare il colore” (2007) e “In cammino nell’Arte, dal 1750 ad oggi” (2012), dal 2006 collabora con l’Istituto Europeo di Design per il corso di Storia dell’Arte Contemporanea. Nel 2002 ha preso parte alla costituzione di Level Office Landscape, nuovo marchio dell’arredamento per ufficio, che dirige con dedizione e impegno ritenendolo “il suo più grande talento”. 

 

Pillole di curiosità. Io non lo sapevo e tu?

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

 

Written by

Iscritto all’ordine dei giornalisti del Piemonte, inizia la sua attività come Web Specialist nel 1996 presso il Politecnico di Torino, durante il quale svolge le sue prime docenze alla Facoltà di Architettura, all’Università di Torino e all’Università Statale di Milano su materie legate alla comunicazione digitale e alla progettazione CAD architettonica. È direttore responsabile di habitante.it, content farm digitale che si occupa di marketing e comunicazione, nata da un progetto ideato per supportare l’Osservatorio sulla Casa di Leroy Merlin Italia e sviluppato insieme a Unione Nazionale Consumatori.