Orto e giardino: lavori di Marzo

Marzo è senza dubbio uno dei periodi più importanti per la cura dell’orto. Con la primavera alle porte, le temperature si fanno più miti e diventa quindi indispensabile preparare al meglio il terreno del proprio orto o giardino per avviare al meglio semine e coltivazioni.

Che abbiate a disposizione un ampio giardino, un piccolo orticello, o solamente un terrazzo con poche piante e magari qualche coltura, sappiate che è la semina il lavoro più importante del mese di marzo, necessario per avere un buon raccolto o una fioritura rigogliosa.

Preparare il terreno

Come abbiamo detto, prima di predisporre la semina occorre lavorare il terreno per prepararlo al meglio alla semina. Occorre ammorbidirlo, liberandolo innanzitutto dalle erbacce che si sono formate durante l’inverno e che possono diventare luogo di proliferazione di piante infestanti o parassiti. Se il terreno è eccessivamente bagnato o comunque non è stato lavorato nei mesi precedenti, occorre priva rinvangarlo ed aspettare che si asciughi.

Anche nel caso del giardino, la pulizia è l’operazione primaria da svolgere: è’ importante rastrellarlo con molta cura ed eliminare tutti i residui di foglie e rami. Inoltre, marzo è anche il periodo della potatura degli alberi che va fatta non tagliando molto, piuttosto seguendo la forma naturale della pianta.

Sul terrazzo, questo è il momento di prendersi cura delle proprie piante e fiori, che , rinvasandole le in un contenitore di dimensioni maggiori oppure di sostituire la terra con del nuovo terriccio correttamente concimato, in maniera tale da fornire alla pianta tutti gli elementi nutritivi necessari per la crescita.

Photo by Eduard Militaru on Unsplash

Cosa seminare a Marzo

A Marzo, si sa, il tempo è pazzerello. Bisogna, perciò, prestare molta attenzione alle temperature, soprattutto se si vive in una zona a rischio di gelate tardive.

  • Nell’orto:

In generale è il momento di seminare aglio e cipolla, barbabietole, biete,  cavoli, cime di rapa, fave, finocchi, piselli, porri, radicchio, rucola e sedano. Se ci si trova in una zona con temperature miti, è possibile iniziare la semina di tutti quegli ortaggi che per germogliare richiedono temperature inferiori ai 10°, ad esempio carote, cicoria, lattuga, ravanelli, rucola, lattuga e patate.

In coltura protetta, o in serra, poi, possiamo seminare pomodoro, anguria, melone, cetriolo, zucca, zucchino, peperone, melanzana, cavolo verza, carciofi e le erbe aromatiche, come basilico e prezzemolo che, piantate in questo mose, resteranno rigogliose e profumate fino alla’autunno.

  • In giardino:

In piena terra è consigliabile seminare le piante da fiore più resistenti al freddo, come papaveri, speronelle, bocche di leone, fiordalisi, astri, garofanini. In vaso, seminare i fiori più delicati come ad esempio petunie, bocche di leone e agerati o azzurrini.

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Secondo la tradizione contadina, quando la luna è crescente (quest’anno dal 7 al 13 marzo) è preferibile seminare gli ortaggi da frutto, ad esempio zucchine, melanzane, pomodori peperoni e i legumi.
  • Con la luna calante, in questo caso dal 29 al 31 marzo,  si consiglia la semina di ortaggi da foglia quali spinaci, scarola, radicchio e di quelli da radice e da bulbo come cipolla, sedano, finocchio.

Ada Maria De Angelis

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO?  ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER 

Per altre curiosità e informazioni continuate a seguirci su www.habitante.it

Immagine di rawpixel su Pixabay