La scelta del colore per tinteggiare casa

Tinteggiare casa è sempre una scelta importante, un piccolo intervento che può dare la sensazione di entrare in un nuovo spazio, serve a ridare vitalità agli ambienti e un rinnovato senso di pulizia.

Ma che colore scegliere per tinteggiare casa? Ogni ambiente riveste una propria funzione e come tale necessita di pitture con caratteristiche specifiche. È sempre importante scegliere la pittura giusta che risponda alle esigenze degli ambienti: che sia traspirante, lavabile o antimuffa, ma anche il colore ha la sua importanza.

Sulla scelta del colore influiscono le dimensioni del locale, la sua esposizione ai raggi del sole, il tipo e il colore del pavimento (marmo, cotto, piastrelle, parquet, ecc) e il colore dei mobili e degli accessori che arredano l’ambiente.

Total White

La scelta del bianco in genere è un passe-partout che risolve molti problemi,  dà subito quella stupenda sensazione di fresco e pulito ed è versatile, infatti si adatta facilmente a tutti gli stili di arredamento. Tinteggiare casa di bianco permette di avere la sensazione di avere stanze più grandi e luminose, grazie alla sua capacità di riflettere la luce al massimo.

Se si sceglie il bianco per le pareti saranno gli arredi e i complementi a definire le caratteristiche e lo stile dell’ambiente.

Esistono numerose tonalità e sfumature di bianco, molto diverse tra loro e con caratteristiche e peculiarità uniche, che vanno dal classico bianco tradizionale, puro e luminoso che però può risultare eccessivamente freddo e luminoso in stanze poco soleggiate, al  bianco sporco, che sporcato con poche gocce di un colore diverso, normalmente giallo, risulta meno abbagliante e crea un ambiente più caldo e avvolgente, ideale per una zona relax o conversazione ma anche per la camera da letto. E poi il bianco ghiaccio, il bianco perla, il bianco avorio, l’antico e il bianco zinco, moltissime tonalità che ci permetteranno di scegliere quella più adatta alla nostra casa.

Partire dagli arredi

In ambienti ricchi di arredi e complementi, che hanno una personalità ben definita, intervenire con il colore può compromettere l’equilibrio e l’armonia della stanza, la scelta del colore giusto per tinteggiare casa può essere quella di partire dagli arredi.

Possiamo scegliere un colore che valorizzi gli elementi presenti, scegliendo una palette che sia in contrasto o in accordo, intervenendo con colori diversi in ambienti diversi, oppure sfruttando gli elementi architettonici per creare geometrie attorno alle porte, sul soffitto o con le cornici e lo zoccolo del pavimento.

Partendo dagli arredi presenti nella stanza il colore sarà lo sfondo su cui andranno a posizionarsi tutti gli oggetti che abbiamo scelto per decorare le pareti di casa. In genere i colori chiari fanno emergere gli elementi, mentre le tinte scure esaltano le cornici. Si può scegliere di dipingere una parete o anche solo una sezione per dare valore ad un mobile o ad un complemento.

Un colore per ogni stanza

Un altro criterio da seguire potrebbe essere quello di assegnare un colore ad ogni stanza, scegliendo in base ai gusti di chi la abiterà, se si tratta di stanze da letto per bambini o adulti, oppure in base alla sua funzione ed esposizione. In questo caso la scelta sarà assolutamente soggettiva e potrà variare dai classici beige e fango per la camera da letto, alle tonalità del rosa, del senape o del blu per il soggiorno, ai colori pastello per le stanze dei bambini.