I migliori ristoranti di Design a Milano

La ristorazione punta sempre di più su estetica ed eleganza, ne sono una prova i migliori ristoranti di Design a Milano.

Anche l’occhio vuole la sua parte. Molti locali, infatti, oltre all’eccellenza dei menu e alla qualità delle materie prime, puntano sulla componente estetica. Se volete trascorrere una serata all’insegna del buon cibo, immergendovi in atmosfere eleganti, qui trovate una lista dei migliori ristoranti di Design a Milano.

Nishiki — corso Lodi 70, Milano

Nishiki Milano

photo credits Andrea Mariani

Il locale Nishiki, da anni punto di riferimento per la cucina fusion milanese, è stato recentemente ristrutturato dallo studio di architettura Naos Design con un approccio di ispirazione internazionale, legato ad atmosfere eleganti e retrò. Il colore predominante è il Pantone Shaded Spruce (in italiano bosco ombreggiato), scelto per il legame con il Lago delle Fate ai piedi del Monte Rosa, luogo dei ricordi di infanzia del proprietario. Nelle cinque sale del ristorante, le sfumature passano dal verde petrolio, al turchese, al blu pavone, esaltate da dettagli metallici in ottone anticato, mentre una maglia metallica color champagne scende dal soffitto ed evoca il movimento fluido dell’acqua. Divani e poltroncine sono rivestiti in velluto, mentre delle piccole sale privè sono decorate con carte da parati ispirate al kyo-e e al “mondo fluttuante”che caratterizzava Edo (l’antica Tokyo) nel XVIII secolo: una cultura rappresentativa dei costumi degli abitanti della città.

Lume — via Watt 37, Milano

Lume Milano Taglienti

Lume Milano

Parte dell’ex Richard GinoriLume si trova all’interno del complesso W37 ed anche esso rientra tra i migliori ristoranti di design a Milano. Dotato di uno spazio interno e un dehor dove poter consumare i pasti nel periodo estivo, rappresenta un vero e proprio punto di riferimento per il design della ristorazione, grazie all’eleganza e al minimalismo del progetto di Interior. Suddiviso in due sale, di cui una affacciata sulla cucina a vista, lo spazio è scandito da pattern geometrici, che caratterizzano le pareti e separano con un gioco di trasparenze, pieni e vuoti. Il bianco è il colore dominante, amplificatore della luce naturale proveniente dalle ampie vetrate perimetrali. Il tutto viene infine scaldato dalla pavimentazione in legno, dai toni chiari.

T’A Milano — via Clerici 1, Milano

T'a Milano Ristorante

T’a Milano

Vincenzo De Cotiis ha firmato il progetto di T’a Milano Restaurant e Bistro, elegante locale situato nei pressi di Palazzo Clerici. Il suo tocco elegante punta sulle atmosfere retrò e sul concetto di accoglienza, grazie all’utilizzo di rivestimenti in velluto con colori a contrasto. L’illuminazione di accento, i tavoli e le sedute sono pezzi unici disegnati per il flagship store della famiglia Alemagna, esaltati dall’impiego di materiali preziosi come il marmo e dai rivestimenti in gesso presenti a pareti e sui soffitti.

Marchesi, via Montenapoleone 9, Milano

Marchesi Milano Montenapoleone

Marchesi

Rientra nella lista dei migliori ristoranti di design a Milano anche la storica pasticceria Milanese, parte del Gruppo Prada, è stata rinnovata nel 2016 grazie al progetto dell’architetto Roberto Baciocchi, che ha riportato il mood degli oltre 150 anni di storia del marchio nella cornice di via Montenapoleone. Dalle vetrine su strada si può scorgere l’interno caratterizzato dalle cromie del verde, riportato sui rivestimenti in tessuto jacquard delle pareti e sulle sedute, mentre il marmo sui toni del marrone crea un’armonia visiva a pavimento. Ad accogliere i visitatori, un ampio bancone in legno di ciliegio e vetro, dal quale scorgere le golose creazioni di Marchesi, mentre nicchie espositive vetrate ospitano cofanetti e confezioni di gianduiotti. Nelle sale si può sostare per una colazione, oppure godersi un pasto completo servito su un raffinato servizio di porcellane.

Carlo e Camilla in Segheria — via Meda 24, Milano

Carlo e Camilla in Segheria

Carlo e Camilla in Segheria

Anche da Carlo e Camilla in Segheria le porcellane donano un tocco in più al progetto di Interior Design. Tanja Solci, art director e socia di Carlo Cracco, ne ha infatti selezionate un centinaio nel fuori produzione di Richard Ginori, per poi posizionarle sui due lunghi tavoli in legno che corrono al centro dello spazio, dove la cena conviviale è d’obbligo. Il concept di questo bistro con una particolare sensibilità verso la mixology, unisce la cucina d’autore a una scenografia magica, dove il design si respira in ogni complemento di arredo e oggetto di decorazione.

Ceresio 7 — via Ceresio 7, Milano

Ceresio 7 Milano

Ceresio 7 Milano

Nella lista dei migliori ristoranti di Design a Milano, non poteva mancare il Ceresio 7, con la sua vista mozzafiato sullo skyline meneghino. All’ultimo piano del palazzo storico dell’Enel, sede di Disquared2, si trova infatti il locale nato dalla creatività degli stilisti Dean Dan Caten, insieme allo studio di architettura Storage Associati Dimore Studio, che ha curato il progetto di Interior Design. L’interno molto spazioso congiunge le due piscine situate agli estremi delle terrazze, ideali d’estate per sorseggiare un drink con vista e affacciate sull’ampio bancone dell’American bar guidato da Guglielmo Miriello.

Penelope Vaglini