Ad ogni stile la sua poltrona!

Arredano salotti e stanze da letto con personalità, sono le poltrone moderne ispirate ai modelli di design del passato. Potrete prendere spunto negli showroom dei grandi brand, ma anche on line e nei negozi di modernariato.

È il trionfo del vintage, sì, ma per fortuna senza regole troppo rigide! La moda, infatti, non si ispira ad uno specifico decennio bensì riporta in auge pezzi della storia del design ripensati con texture moderne. Così ogni gusto potrà essere accontentato!

Vediamo insieme i modelli più interessanti!

Icona del design anni ‘50, la Lady di Marco Zanuso è stata premiata alla IX Triennale di Milano del 1951 e viene tutt’oggi venduta da Cassina nonché riproposta nei negozietti di modernariato in diverse varianti .

Poltrone Lady-di-Marco-Zanuso

È una poltrona elegante e confortevole. Frutto di un accurato studio ergonomico, la Lady presenta gradi di imbottitura diversi per sedile, schienale e fianchi. Per realizzarla, Marco Zanuso ha, infatti, assemblato quattro parti imbottite rivestite separatamente.

Il suo segreto? Oltre a essere stata la prima poltrona rivestita di gommapiuma o poliuretano espanso, la Lady ha introdotto il molleggio: un plus in ambito di comfort, ottenuto grazie all’impiego di cinghie elastiche rinforzate. Infine, le sottili gambe in metallo verniciato rendono l’insieme leggero.

Oggi la potrete trovare in velluti colorati, prevalentemente blu e verdi, con piedini rastremati in ottone. L’ultima novità: la collezione di poltrone progettata da Maurizio Cattelan e l’influente rivista “Toilet Paper” di sole immagini di Pierpaolo Ferrari per Seletti, Tables Toilet Paper realizzata con tessuti stampati. Con la loro seduta in tessuto di poliestere dalle fantasie eclettiche, la struttura in legno, poliuretano e metallo, queste poltrone costituiscono una variante moderna e coloratissima della Lady di Zanuso.

I veri amanti del relax potranno scegliere, invece, sedute informali, più simili ai pouff, ispirate alle poltrone anticonformiste degli anni ‘60. Molto carine quelle proposte da Urban Outfitters nella sezione soft seating.

Con le loro forme morbide richiamano la celebre seduta Sacco di Zanotta, poltrona simbolo del design rivoluzionario legato al giovane movimento sessantottino. Ricordano gli anni ‘50 e ‘60 anche le sedute in legno e tessuto proposte da Ikea e Maisons du Monde. Si tratta di poltroncine dalle forme più squadrate con seduta e schienale rivestiti in tessuto, dai colori tenui sui toni del grigio, del verde e dell’ocra. Sicuramente meno confortevoli delle precedenti, sono caratterizzate da sedute rigide e braccioli in legno che richiamano, con la  loro conformazione, quelli dei sedili di treni e aerei. La loro forma slanciata, non imbottita e dunque poco ingombrante, consente di poterle utilizzare quando non si dispone di grandi spazi. Inoltre, quanto al budget, si tratta di poltrone accessibili alla maggioranza.

Da Plinio il Giovane potrete trovarne una versione originale e dalla forte personalità.

Per gli amanti dello stile industriale il pezzo forte per decorare i living è la poltrona di pelle con struttura metallica. La seduta color cuoio ricorda, per la forma, quella di una comoda sdraio e ben si colloca all’interno dei salotti di tendenza in stile tropicale. Trendy, in quanto vintage, e al tempo stesso elegante, troverà la sua perfetta collocazione sia in uno spazio estremamente chic sia in un ambiente più contemporaneo.

Per chi ama l’eleganza, la poltroncina del 2018 si ispira gli anni ‘30.  Nasce una poltrona che, reinterpretando i codici dei mobili rétro e ispirandosi al design contemporaneo, mescola le influenze e rompe i codici tradizionali. La seduta è accogliente e profonda, la forma è avvolgente e il rivestimento è morbido al tatto. La struttura sottile in tondino metallico nero, lasciata volutamente visibile all’occhio umano, richiama subito alla mente la famosissima poltrona LC2 di Le Corbusier.   l colori intensi e i tessuti soffici di queste poltroncine riscalderanno i vostri salotti.

Un esempio? La poltroncina  Kite venduta da Porro che interpreta il tema del comfort attraverso la contaminazione tra design e moda, realizzando un cuscino che, ripiegandosi sulla struttura, da’ vita ad un dettaglio che ricorda il bavero ripiegato di un cappotto.

pltrona kite porro

La tendenza in tema di poltrone e poltroncine, insomma, è all’insegna di un vintage soft dalle forme piuttosto morbide, avvolte in eleganti velluti o rivestite da estroversi tessuti. Queste nuove sedute porteranno, così, uno stile fashion, quasi d’alta moda, nelle vostre abitazioni e creeranno un senso di calore e d’intimità domestica nei locali.

Claudia Sgalambro