3 idee di stile per ristrutturare il tuo appartamento

L’interior design si è evoluto tantissimo negli ultimi decenni, dall’uso di materiali non tradizionali all’attenzione alla sostenibilità, dal recupero di vecchi pezzi d’arredo alla creazione di atmosfere scandinave stile “hygge”, sono tantissimi i trend del momento. Andiamo più nel dettaglio esaminando alcuni delle centinaia di progetti che si possono trovare sul marketplace per la progettazione architettonica GoPillar.com, tramite cui clienti privati hanno la possibilità di farsi fare diversi progetti per i propri spazi da architetti e designer di tutto il mondo in modo da trovare quello più adatto ai propri gusti ed esigenze.

Industrial Chic

Una delle tendenze più praticate, soprattutto nelle grandi città, è il recupero di ex-spazi industriali o commerciali a fini abitativi. Di pari passo con questa pratica si è accompagnata la nascita dello stile industriale, tutto ispirato alle residenze degli artisti newyorkesi degli anni ’60 e ’70. Come si vede in questo progetto, la caratteristica principale di questo tipo di ristrutturazioni è quella di conservare in bella mostra lo “scheletro” dell’edificio, lasciando a vista il più possibile: muri in mattoni o in pietra, travi di cemento, tubature ecc. Gli elementi divisori tra gli spazi sono ridotti al minimo, ricavando così ambienti volutamente aperti e ampi, adatti a contenere pezzi d’arredo particolari e vistosi, come sedute spaiate, mobili vintage o di seconda mano, tappeti colorati e grandi quadri appoggiati alle pareti. Il tutto è accompagnato da uno studio molto preciso di colori e materiali di rifinitura, molto usati sono il metallo nero o color ruggine, il vetro, gli stucchi e le resine rigorosamente grigio effetto cemento e il legno.

Stile Geometrico

Molto centrali nella progettazione contemporanea sono le forme geometriche, che siano angoli, moduli, linee rette o linee curve, ci permettono di ristrutturare l’ambiente in modo da renderlo sobrio e leggero. Questo non vuol dire che la nostra casa diventerà cupa e monotona, anzi, ci sono tantissimi modi fantasiosi per vivacizzare gli ambienti. Ad esempio, in questo progetto: l’architetto ha usato pezzi d’arredo geometrici – come i lampadari a forma di cerchio o il coffee table a forma di prisma – e decorazioni a parete tridimensionali. Per dare il tocco finale basta usare una delle tantissime fantasie anni ’70 ritornate in voga, magari nel tappeto come in questo caso, o anche nella carta da parati, come in quest’altro.

Minimalismo

Sicuramente il più conosciuto ormai è lo stile minimal, che esalta l’essenziale e il funzionale come stile di vita senza rinunciare all’estetica. Il vademecum per una perfetta casa in stile minimal lo possiamo vedere in questo progetto: la prima regola d’oro è massimizzare lo spazio riducendo i mobili all’essenziale, questo aumenta sia la praticità che la multifunzionalità di ogni camera, e soprattutto permette agli ambienti di essere ampi, pieni di luce e di aria. La seconda regola è la riduzione dei fronzoli e delle decorazioni, degli stampati e dei colori, per questo si utilizzano moltissimo il bianco, il nero e tutte le tonalità intermedie, che ci permettono comunque di non rinunciare a classe ed eleganza. Aggiungete qualche elemento hi-tech per ritrovarvi in un’oasi di pace e comfort al riparo dal caos esterno.

Share Post