Life DeMo, a Pisa la casa sostenibile del futuro

La casa sostenibile del futuro avrà zero emissioni e domotica avanzata. Life DeMo, è un progetto italiano dell’Istituto di Scienza e Tecnologie dell’Informazione del CNR (ISTI-CNR), Siram Veolia e tre PMI toscane: Vivere il Legno, Thermocasa ed Elettro D.

Mattoni in legno e in plastica riciclata: Lego ispira la casa sostenibile

L’idea per una casa sostenibile del futuro

Le imprese coinvolte e i ricercatori hanno creato un’associazione temporanea per poter realizzare un prototipo di un nuovo eco-edificio intelligente. Sarà perciò una struttura all’avanguardia, sviluppata secondo sistemi impiantistici e ambientali di ultima generazione.

L’obiettivo di questo progetto è quindi quelli do poter provare a immaginare e a realizzare l’abitazione sostenibile del futuro. Si vuole infatti creare un ambiente tecnologicamente connesso, che possa rispondere con facilità alle esigenze dei suoi abitanti, senza trascurare l’impatto ambientale a partire dalla scelta dei materiali e delle tecniche costruttive. “Questo importante progetto – afferma Roberto Scopigno, Direttore di CNR-ISTI – ci consentirà di sperimentare il percorso di tutto il ciclo di vita di una struttura edilizia nell’ottica dell’integrazione degli impianti e della sostenibilità”.

Lo sviluppo del progetto

Il prototipo a dimensioni reali verrà creato all’interno dell’Area del CNR di Pisa entro il 2022. Sarà una struttura autonoma e a emissioni zero con l’obiettivo di creare un sistema edificio-impianto in un unicum progettuale. L’obiettivo è quello di anticipare la vita e il design all’interno delle case di domani orientate alla domotica e alla sostenibilità. Life DeMo infatti utilizzerà tecnologie e sistemi di ultima generazione perfetti per garantire sial l’efficienza dell’immobile che dal punto di vista energetico e funzionale, tramite tecnologie assistive, percorsi sensoriali e telemedicina.

“L’Area della Ricerca CNR di Pisa ospiterà il dimostratore previsto dal progetto Life DeMo per poter offrire al territorio l’opportunità di verificare dal vero le buone pratiche sviluppate nel corso delle attività”, dichiara Ottavio Zirilli, Direttore dell’Area della Ricerca CNR di Pisa. Sarà anche un’occasione per gli istituti del CNR e altri portatori di interessi, di attivare fruttuose collaborazioni”.

Grazie alla ricerca è anche stato organizzato un “gemello digitale” in modo da poter simulare e valutare le performance del sistema. “Lavorare al fianco del CNR ci ha permesso di valorizzare a pieno le nostre competenze”, spiega il Direttore dell’Unità di Business Centro Nord di Siram Veolia, Marco Bongiorni – progettando il prototipo in un’ottica di sperimentazione totale, a beneficio della ricerca e del progresso scientifico per le smart home di domani, con l’obiettivo di accelerare assieme ai nostri Partner il percorso di trasformazione ecologica”.

Defender Eco Home, la casa sostenibile su ruote

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Già da qualche tempo, l’internet delle cose è entrato nelle case italiane per rimanere come presenza costante. Nel 2016 il mercato delle Smart Home è aumentato del +23% rispetto all’anno precedente.

TI È PIACIUTO L’ARTICOLO? ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA

Per altre curiosità e informazioni sugli abitanti continuate a seguirci su www.habitante.it

Post Tags
Share Post
Written by

Sono laureata in giornalismo e lavoro come redattrice, traduttrice e copywriter. Mi piace parlare di tutto con approccio scientifico, soprattutto di enogastronomia. Scrivo di moda e la creo (sono anche ricamatrice e modellista sartoriale).