Il mondo del design nei social, ma da un punto di vista differente

Oggi vorrei parlarvi dei social non dal punto di vista delle grandi aziende, ma da parte di chi è agli inizi nel mondo del design.

A cosa può essere utile un tale mezzo per chi ancora non ha ancora dei “seguaci”?

Sono del parere che, per un designer, già avere un feedback da un numero ristretto di persone possa aiutarlo a capire come il suo stile o le sue idee vengano interpretate, se stia prendendo la giusta direzione oppure se il suo tipo di linguaggio non viene compreso e in seguito cercare di capire per quale motivo. Tutto questo appare assurdo, alla fine sono i numeri che parlano. Io personalmente non la penso in questo modo, cercate anche voi di non pensare ai numeri per un momento.

Per quanto possa sembrare banale, in realtà non lo è affatto, anche solamente far arrivare le proprie idee a poche persone lo possiamo ritenere come un grande traguardo. Vedere che quelle stesse persone ti possano rivolgere dei complimenti per averle stupite e per aver portato un po’ di felicità nei loro cuori, non la ritengo una cosa da poco, anzi penso sia l’obbiettivo principale per un designer. Dono che per chi è ancora all’inizio della propria carriera può avvenire tramite i social, che sia un’immagine che raffiguri un oggetto o un qualcosa di astratto, penso abbia minor importanza. Quello che inciderà davvero sarà il messaggio che vorrete trasmettere.

https://diventaunmarketer.com

Si potrebbe pensare anche ad una cosa semplice come il sondaggio, su Instagram o Facebook, possa in realtà essere molto apprezzato. Rendere partecipe le persone del tuo lavoro può essere un approccio molto interessante. Potresti pensare di farti aiutare in alcune decisioni come ad esempio i colori, così facendo, quando quelle stesse persone vedranno il lavoro ultimato si sentiranno partecipi di quell’opera. Potresti usare il sondaggio anche per capire quali possono essere i problemi che le persone hanno maggiormente, così da poter avere spunti su cui lavorare. Non essere presuntuosi, ma anzi, significa cercare di trovare sempre nuovi metodi per far partecipare più persone al proprio lavoro, penso sia una delle chiavi per crescere in questo settore.

Già da questi piccoli input un designer può iniziare a capire il tipo di mondo che lo circonda, da qualche parte bisogna pur iniziare. Ormai siamo condizionati dai numeri, dando peso solo al numero di persone che ci seguono. Sono del parere che il modo giusto in cui utilizzare i social sia quello di trattare le persone per quello che sono e non come semplici numeri.
 
Federico Russo – Interior designer – Istituto Italiano design