Vivere green in bicicletta: nasce il condominio per ciclisti

Nasce il condominio per ciclisti a Berlino: un progetto innovativo negli intenti e nella realizzazione.

Una proposta alquanto curiosa quella di Fahrradloft che si propone come primo edificio dedicato ad appassionati di bicicletta. Il progetto prevede una coppia di palazzi in cui il ciclista potrà accedere ovunque con le due ruote.

L’aspetto interessante di questo approccio sociologico è quello di spronare i cittadini a ridurre l’utilizzo dell’automobile in città a favore di un approccio più green, come appunto è la bicicletta.

Come funziona il condominio per ciclisti

condominio per ciclisti a berlino

Il punto di forza di questo progetto sta nella possibilità da parte dei ciclisti di accedere comodamente all’intero edificio, tetto compreso, tramite un ampio ascensore progettato ad hoc per poter trasportare la bici rimanendo seduti.

Troviamo ampi pianerottoli comuni rivestiti in legno: scelta intelligente da parte dei progettisti quella di preferire un materiale assorbente che possa attutire il rumore delle ruote.

Il progetto Fahrradloft, come abbiamo visto, non prevede spazi dedicati alle auto, nemmeno sotterranei: troviamo infatti solo un ambiente dove poter depositare le biciclette degli ospiti.

Gli appartamenti complessivamente sono tutti venduti, grazie ai prezzi economici che presentano: mediamente dai 1800,00 ai 2800,00 euro al mq nel distretto piuttosto centrale di Lichtenberg.

Il condominio per ciclisti come modello per le città green

Il loft per biciclette – raccontano gli organizzatori di Fahrradloft – è una società di costruzioni nella Nöldnerplatz di Berlino. Comprammo un pezzo di terra insieme, cercammo altri associati, portammo avanti la pianificazione e ora stiamo costruendo le nostre due case. Il loft per biciclette è composto da due edifici residenziali, tra i quali viene creato un grande giardino comunitario. 

Gli appartamenti dispongono di ampi balconi e sono privi di barriere architettoniche. Con l’ascensore, va con bici, rimorchio o passeggino fino al pavimento. Non ci sono garage per le auto. Ogni casa avrà aree al piano terra per uso comune. Prossimità e individualità sono in equilibrio, solidarietà e vicinanza non sono parole straniere.

Insieme creiamo un risparmio di costi e di spazio con un orientamento ecologico (KfW Energy Concept 70). La costruzione è iniziata all’inizio di marzo 2014 e non ci sono più appartamenti disponibili come è possibile consultare dal sito.”

Questo approccio sostenibile può essere un valido modello per sensibilizzare le persone all’utilizzo di mezzi di trasporto che non inquinano e per rendere le nostre città sempre più green.

Serena Giuditta