In bici d’inverno : come attrezzarsi per non rinunciare alle due ruote

Gli affezionati delle due ruote non rinunciano alla loro bici neanche d’inverno. Siamo certi però che con le giornate che si accorciano e le temperature che si abbassano, la tentazione di lasciare la bici a casa e prendere mezzi pubblici o auto è forte.

Vediamo quindi come attrezzarsi per poter mettersi in sella durante il (lungo) periodo invernale. L’importante è essere preparati ad affrontare ciò che ci aspetta fuori!

Come attrezzare la bici

Si possono effettuare delle scelte tecniche per migliorare la sicurezza della bicicletta, ma anche le prestazioni.

Usare le luci: prima regola per girare in bici d’inverno. Nelle giornate nebbiose tipiche di questa stagione è infatti è indispensabile avere con sé delle luci per rendersi visibili. Per quanto riguarda la sicurezza, è sempre buona norma indossare un giubotto catarifrangente.

Montare i parafanghi: i parafanghi servono a bloccare l’acqua che sollevata da terra, per evitare che finisca sulla schiena. Molte aziende hanno creato i parafanghi amovibili che si possono montare anche sulle bici da città. solitamente non attrezzate in questo senso.

Proteggere il telaio: Basta spruzzare, sulla bici pulita, un velo di lucido o un polish apposito, entrambi a base di siliconi. In questo modo acqua, gelo ma anche fango non danneggeranno i componenti nè la vernice.

Come attrezzarsi 

Due sono le regole da tenere a mente per godersi una pedalata d’inverno : stare caldi e restare asciutti. È fondamentale proteggere innanzitutto mani e piedi, vediamo come.

Calze: Le calze specifiche per il ciclismo sono fatte di solito in lana merino, materiale che non s’impregna di sudore, insieme con tessuti sintetici. Quelle più tecniche hanno una struttura apposita, che comprime alcuni punti del piede e della caviglia, in modo da aiutare la circolazione sanguigna.

Guanti: sono indispensabili perchè proteggono le dita dal congelamento. Le mani devono essere calde e allo stesso tempo libere di muoversi e di azionare i freni, soprattutto. Bisogna scegliere guanti invernali con un rivestimento interno caldo ma traspirante e all’esterno di tessuto antivento e idrorepellente. Quando fa molto freddo, è consigliabile utilizzare sottoguanti in pile oppure quelli usati per sci e sport invernali.

Cappello: Da evitate i classici berretti invernali in lana perchè non sono pensati per resistere al vento e in più, con il sudore, pizzicano e fanno arrossire la pelle. Da preferire berretti rivestiti con una lamina esterna in materiale antivento e imbottiti all’interno, fatti in modo da coprire anche le orecchie.

Le bici Made in Italy dominano i mercati 

Nel Marzo scorso Confartigianato ha pubblicato il rapporto “Artibici 2018” che riguarda l’esportazione di biciclette Made in Italy.

Dal report è emerso che il mercato delle due ruote prodotte in Italia è da primato: nel 2017 le biciclette italiane hanno conquistato il record europeo di esportazioni, staccando competitors d’eccellenza, come Germania e Francia. Questi dati non fanno che confermare la qualità elevata della nostra produzione ad opera di ben 3.098 imprese con 7.741 addetti, molte delle quali aziende di artigiani.

Nel nostro paese sono 1.066.000 le persone che usano la bici come mezzo si trasporto, per andare al lavoro o a scuola, pari a 18 utilizzatori ogni 1.000 abitanti, con una concentrazione maggiore nel Nord Italia. Sono invece due milioni e mezzo circa gli italiani che praticano ciclismo a livello amatoriale e agonistico.

Ada Maria De Angelis