Mangiato troppo durante le feste? I nostri consigli per perdere peso

Fra le condizioni fisiche che hanno una maggiore influenza sulla salute generale del corpo si trova l’obesità, che è caratterizzata da un eccessivo accumulo di grasso corporeo, che causa gravi danni alla salute generale. Fra le cause principali si trovano un’alimentazione scorretta ipercalorica e un ridotto dispendio energetico a causa di inattività fisica, rendendo quindi l’obesità un problema assolutamente prevedibile e contrastabile sul nascere, prima che diventi un problema.

Si stima che il 44% dei casi di diabete tipo 2, il 23% dei casi di cardiopatia ischemica e fino al 41% di alcuni tumori sono attribuibili all’obesità/sovrappeso. In totale, sovrappeso e obesità rappresentano il quinto più importante fattore di rischio per mortalità globale e i decessi attribuibili all’obesità sono almeno 2,8 milioni/anno nel mondo.

Per valutare se una persona è in sovrappeso o è obesa viene utilizzato l’indice di massa corporea, che viene calcolato dividendo il peso (espresso in Kg) per il quadrato dell’altezza (espressa in metri). Per completezza d’informazione, è bene precisare che si tratta di un’informazione incompleta, dato che non fornisce informazioni sulla distribuzione del grasso nell’organismo e non distingue tra massa grassa e massa magra. Le definizioni dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) sono:

sovrappeso = IMC da uguale o superiore a 25 fino a 29,99

obesità = IMC uguale o superiore a 30.

Secondo dati forniti dall’OMS e relativi alle ultimi rilevazioni, la prevalenza dell’obesità a livello globale è raddoppiata dal 1980 ad oggi; nel 2008 si contavano oltre 1,4 miliardi di adulti in sovrappeso (il 35% della popolazione mondiale); di questi oltre 200 milioni di uomini e oltre 300 milioni di donne erano obesi (l’11% della popolazione mondiale). Nel frattempo, il problema ha ormai iniziato ad interessare anche le fasce più giovani della popolazione: si stima che nel 2011 ci fossero nel mondo oltre 40 milioni di bambini al di sotto dei 5 anni in sovrappeso.

Secondo i dati raccolti nel 2010 dal sistema di sorveglianza Passi, in Italia il 32% degli adulti è sovrappeso, mentre l’11% è obeso. In totale, oltre quattro adulti su dieci (42%) sono cioè in eccesso ponderale in Italia.

Per combattere l’obesità prima che diventi troppo grave, richiedendo un intervento chirurgico, è consigliabile aumentare l’attività fisica e un cambiamento della dieta, privilegiando una dieta salutare e non ipercalorica. Oltre a ciò è possibile utilizzare cerotti espressamente sviluppati per aumentare il consumo di grasso corporeo, in modo da diminuire di peso. Fra i migliori cerotti che combattono l’obesità attualmente disponibili sul mercato si trova Sliminazer, che accelerano il processo di combustione dei grassi, fornendo al corpo tutte le sostanze necessarie per mantenersi energico. La formula dei cerotti è basata su un assorbimento transdermico, che rilascia gli elementi attivi nel corpo in maniera costante. Il trattamento è svolto in due distinte fasi ed infatti durante il giorno Sliminazer aumenta la combustione dei grassi, stimolala circolazione sanguigna accelerando il metabolismo. Durante la notte, invece, Sliminazer facilita il sonno diminuendo la produzione di grelina, le sazietà durante la notte, l’ L-Carnitina brucia i grassi e migliora il metabolismo.

La formula di Sliminazer contiene i seguenti ingredienti:

Antiossidanti – Che bruciano il colesterolo del corpo.

Tè verde – La catechina in esso contenuta aiuta a scomporre i grassi in eccesso. La caffeina invece aumenta il numero di livelli di energia e migliora la resistenza per l’esercizio fisico.

HCA – Che sopprime l’appetito aumentando i livelli di serotonina. I bassi livelli di serotonina promuovono il consumo emotivo. Inoltre inibisce i processi di produzione dei grassi con la formazione di citrato liasi. Aiuta ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo.

Acido idrolitico – neutralizza i grassi e il glucosio del corpo.