Saldi invernali, date e consigli per gli acquisti

I tanto attesi saldi invernali sono arrivati. Milioni di famiglie aspettano questo evento commerciale per approfittare degli sconti e concludere affari vantaggiosi. La prima regione a dare il via ai saldi è la Basilicata, dove i negozi hanno cominciato i ribassi già il 2 gennaio, ultima la Sicilia dove gli sconti inizieranno il giorno della Befana.

Senza dubbio i saldi sono un’occasione per fare acquisti risparmiando, ma soltanto se si compra con consapevolezza e intelligenza. Ecco allora alcuni consigli di shopping consapevole redatti dall’Unione Nazionale Consumatori e a seguire le date di inizio e fine dei saldi invernali, regione per regione e le immancabili pillole di curiosità.

Consigli per gli acquisti

  • Conservate sempre lo scontrino. Le regole per cambiare i capi in caso di difetto sono quelle di sempre, dunque il negoziante è obbligato ad effettuare il cambio. Ovviamente laddove non fosse possibile, è possibile chiedere la restituzione dei soldi oppure un buono sconto.
  • Solo capi di fine stagione. La merce in saldo deve essere l’avanzo della stagione che sta finendo, eppure spesso i negozi sono pieni di capi anche estivi, di sicuro fondi di magazzino. Il consiglio è di stare lontani da negozi del genere o quanto meno diffidare delle offerte che presentano.
  • Idee chiare. Nei giorni che precedono i saldi, è buona abitudine fare un giro per i negozi e appuntarsi il prezzo dei capi che ci interessano, per poter verificare se lo sconto è veritiero.
  • Occhio agli sconti esagerati. Spesso gli sconti superiori al 50% nascondono qualcosa che non va e devono metterci in allerta: a volte si tratta di merce non di fine stagione oppure di prezzi di partenza rialzati. L’importante è essere consapevoli.

Quando iniziano i saldi?

Abruzzo: dal 5 gennaio al 5 marzo

Basilicata: dal 2 gennaio all’1 marzo

Calabria: dal 5 gennaio al 28 febbraio

Campania: dal 5 gennaio al 2 aprile

Emilia Romagna: dal 5 gennaio al 5 marzo

Friuli Venezia Giulia: dal 5 gennaio al 31 marzo

Lazio: dal 5 gennaio al 28 febbraio

Liguria: dal 5 gennaio al 18 febbraio

Lombardia: dal 5 gennaio al 5 marzo

Marche: dal 5 gennaio all’1 marzo

Molise: dal 5 gennaio al 5 marzo

Piemonte: dal 5 gennaio al 28 febbraio

Puglia: dal 5 gennaio al 28 febbraio

Sardegna: dal 5 gennaio al 5 marzo

Sicilia: dal 6 gennaio al 15 marzo

Toscana: dal 5 gennaio al 5 marzo

Trentino Alto Adige: dal 5 gennaio al 16 febbraio

Umbria: dal 5 gennaio al 5 marzo

Valle D’Aosta: dal 3 gennaio al 31 marzo

Veneto: dal 5 gennaio al 31 marzo

 

Pillole di curiosità – Io non lo sapevo. E tu?

  • Le prime leggi che interessano i saldi risalgono al periodo fascista. Una legge approvata il 2 giugno 1939 introduceva per la prima volta le due categorie delle “vendite straordinarie” e delle “vendite di liquidazione.
  • Dalla parola saldo sono nati i neologismi “popolo dei saldi”(2008), “saldista” (2008) e “saldo-dipendente” (2012).
  • Per i saldi invernali del 2019 si prevede un budget medio di 325 euro a famiglia e un giro di affari di 5,1 milioni di euro.

Ada Maria De Angelis