Come pulire casa salvando l’ambiente, la salute…e il portafoglio

Pulire la casa in modo ecologico? Si può, eccome! Fare pulizie di casa senza danneggiare la salute né l’ambiente è più facile di quanto si possa pensare. Sono sufficienti pochi prodotti e molto comuni per avere una casa pulita e salutare e in più risparmiare.

Infatti, l’acquisto dei detersivi necessari alle pulizie di casa incide non poco sulle spese familiari e la loro alta tossicità, a lungo andare, può avere delle conseguenze sulla salute. Bastano questi come motivi per considerare un’alternativa? Allora scoprite come utilizzare alcuni prodotti della vostra dispensa per le faccende domestiche. Se proprio non potete fare a meno dei detersivi, vi parliamo dei benefici dei prodotti biologici.

Detersivi ecologici

È ormai noto da tempo che i rifiuti tossici dei detersivi come spray, deodoranti o candeggine inquinano l’ambiente. Meno conosciuto è l’impatto che questi hanno sulla nostra salute. Ebbene, la nostra pelle assorbe le sostanze con cui entra in contatto e in questo caso con i componenti chimici dei prodotti per le pulizie domestiche. Questo può creare allergie, intolleranze e altri danni respiratori.

Non a caso, sono sempre più diffuse le linee biologiche di detersivi per la casa, ormai reperibili in tutti i supermercati e spesso a prezzi contenuti. I prodotti ecologici hanno sulla confezione il simbolo Ecolabel, garanzia di standard ecologici elevati.  Il marchio Europeo di Qualità Ecologica rilasciato dal Comitato Ecolabel-Ecoaudit classifica come “Ecolabel” i prodotti dal minor impatto ambientale. Nella maggior parte dei casi le confezioni sono bio degradabili e gli ingredienti pensati per rispettare il pH naturale della pelle.

                   

Le alternative fai-da-te

Anche nel caso delle pulizie domestiche, i cosiddetti metodi “della nonna” sono i più efficaci. Bicarbonato, aceto, limone e acqua da soli bastano a sostituire tutti i detersivi che avete nel vostro armadietto. Provare per credere.

Partiamo dal bicarbonato, ingrediente base. Esso ha molteplici azioni: si usa come detergente, deodorante e disinfettante. Basterà diluirlo in acqua per pulire mobili, pavimenti e sanitari. Per le sue proprietà anti-odore, inoltre, può essere utilizzato per eliminare i cattivi odori del frigorifero o del secchio della spazzatura , per esempio. Anche in lavatrice, il bicarbonato è efficace per sbiancare i capi bianchi e, in aggiunta a del succo di limone si rivela un ottimo anti-calcare per lavatrice e lavandini. Inoltre, è utile anche per eliminare l’odore di sudore dai capi sportivi e dalle scarpe.

Bicarbonato e aceto, se mescolati, danno origine ad una piccola reazione chimica che risolverà il problema del lavandino intasato. Non solo, il potere sgrassante di questi due prodotti serve a eliminare le incrostazioni del piano cottura e lo sporco ostinato delle stoviglie.

Il limone, da solo, sostituisce disincrostante, anticalcare e l’ammorbidente: il suo succo altro non è che l’acido citrico. Se il vostro forno è particolarmente incrostato, provate a pulirlo con un mix di acqua e succo di limone oppure se avete trovato della ruggine in casa o sui balconi, mescolate in una ciotola tre parti di sale e una di limone. Strofinate la soluzione sulla superficie arrugginita e aspettate 30 minuti. Risultato garantito.

Come avete visto, sono tante le alternative ai detersivi per pulire la casa nel rispetto della salute e dell’ambiente. Basta solo informarsi e prendere l’abitudine. Da parte nostra, speriamo di avervi dato uno spunto per rivalutare le vostre abitudini.

 

Ada Maria De Angelis