Case popolari: tutte le regole per sapere chi e come può accedervi

Le case popolari sono immobili dello Stato che vengono assegnati, previo apposito bando comunale, a soggetti che versano in particolari situazioni di difficoltà economica, situazioni ben individuate, in cambio del pagamento di un canone di affitto agevolato.

cosa sono le case popolari

source: www.artibrune.com

Chi ha diritto alle case popolari

Per accedere a questi alloggi di edilizia residenziale pubblica bisogna possedere determinati requisiti:

  • non essere titolari di alcun diritto di proprietà su immobili, né essere titolari di diritti reali di godimento come diritto di usufrutto, diritto d’uso o diritto d’abitazione su immobili o parti di essi;
  • possedere un reddito basso che non superi la soglia stabilita dal comune in cui è ubicato l’alloggio;
  • essere un genitore single con figli a carico;
  • essere una giovane coppia;
  • essere cittadino senza fissa dimora;
  • essere portatore di disabilità.

Le regole per fare domanda per una casa popolare

La domanda di assegnazione per le case popolari va rivolta al proprio comune di residenza. Il comune fornisce al cittadino un apposito modulo che va debitamente compilato e consegnato agli uffici comunali.

Tuttavia, in presenza dei requisiti, non è sempre possibile fare la richiesta per una casa popolare. Occorre, infatti, aspettare che sia emanato il bando a livello amministrativo. Di norma questo accade ogni quattro anni. La pubblicazione viene resa nota sul sito del comune ed è rivolta solo ai residenti di quel preciso comune che emana il bando stesso.

le regole per avere una casa popolare

source: www.girovagate.com

Come vengono valutate le domande

Una volta raccolte tutte le domande per le case popolari, queste vengono consegnate ed esaminate da una Commissione istituita ad hoc, la quale redige una graduatoria in base al punteggio ottenuto da ciascun partecipante al bando.

Per conoscere tale graduatoria occorre consultare la Gazzetta Ufficiale della Regione di appartenenza.

Chi non riesce ad accedere alle posizioni più alte della graduatoria e viene escluso dall’assegnazione in corso, resta comunque in lista d’attesa con la possibilità di avere la prelazione nel caso in cui prima del bando successivo vi siano case popolari che si liberano oppure se nel frattempo vengono costruite nuove case popolari.

Come acquistare una casa popolare

L’assegnatario della casa popolare gode di un ulteriore diritto: potrà acquistare l’immobile assegnato.

Esistono due modalità d’acquisto delle case popolari:

  •  l’acquisto tramite riscatto della casa popolare secondo quanto previsto dal comune di residenza;
  • l’acquisto tramite asta se il bando lo prevede e se è possibile l’acquisto all’incanto a prezzi contenutissimi.